Piante grasse: come curarle, riprodurle e farle fiorire

Credits: Corbis
1 5

Hai mai pensato di coltivare le piante grasse? Sono l'ideale per tutti, per i giardinieri più esperti come per i pollici verdi alle prime armi, richiedono poche e facili cure e regalano alla casa e al giardino un fascino esotico a cui è difficile resistere.
Sono dette anche "succulente" perché dotate di particolari tessuti in grado di assorbire l'acqua in eccesso e di immagazzinarla per poi utilizzarla nei momenti di necessità. Proprio questa loro peculiarità le rende adatte a vivere nei climi più aridi e ostili e perfette per chi ha poco tempo da dedicargli.

L'ambiente giusto
Le piante grasse sono originarie delle zone aride e desertiche e sono quindi adatte anche ai climi più ostili. Amano ogni tipo di clima caldo, dai più secchi a quelli umidi, l'importante è che non si tratti di aree con assenza totale di piogge, in quanto non potrebbero realizzare la riserva idrica minima necessaria alla sopravvivenza. Se vuoi coltivarle fra le mura di casa ricorda che le succulente necessitano di posizioni luminosissime anche se non gradiscono il pieno sole. Sono perfette in gruppi anche con piante di dimensioni più grandi che possono offrirvi protezione.

/5

Non ci sono scuse. Le piante grasse sono belle e facili da coltivare. E se hai paura di pungerti ci sono anche senza spine!

Scegli fra queste varietà la tua pianta grassa preferite...

Pollice verde alle prime armi? Ci sono i bulbi...

Aggiungi colore alla casa con le bellissime orchidee...

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te