Rosa, ortensia, viburno, melo: i fiori dalla doppia vita

  • 1 4
    Credits: Sis

    Il melo ornamentale È un alberello alto circa 2 metri.
    Com'è in primavera. I rami si riempiono di boccioli rosa che poi si trasformano in corolle candide. La fioritura dura un paio di settimane.
    Com'è in autunno. Fa delle mini meline che si usano per preparare le gelatine. Man mano che maturano diventano rosse.
    Si coltiva così. Va sistemato al sole, in un contenitore alto 30 cm. Sul fondo si prepara uno strato di terra da giardino mista a fertilizzante organico. La prima estate bisogna evitare che resti all'asciutto, bagnando spesso la terra. D'inverno basta una volta al mese. Non teme il freddo.

  • 2 4
    Credits: Granata

    Il viburno tino  
    È un arbusto che, se non viene potato, superai 3 metri. Non perde le foglie in autunno.
    Com'è in primavera. Fa boccioli rosso corallo che si aprono a marzo: i fiori, che vivono settimane, passano dal rosa al bianco.  
    Com'è in autunno. I rami si riempiono di bacche di colore blu  che durano fino alla fioritura successiva.
    Si coltiva così. Va piantato  in una fioriera da 40 cm di lato con una miscela di terra da giardino e universale in parti uguali. Se ha un paio d'ore di sole al giorno, vive anche all'ombra. D'estate si bagna due volte alla settimana. D'inverno basta la pioggia.

  • 3 4
    Credits: Sis

    L'ortensia a foglia di quercia
    Ha foglie simili a quelle delle querce lunghe 30 cm. Raggiunge il metro di altezza.
    Com'è in primavera. Fiorisce da fine maggio a luglio. La corolla è formata da centinaia di fiorellini candidi.
    Com'è in autunno. I fiori hanno puntini rosso rubino. Le foglie sono un mix di sfumature ocra, porpora e rame. Sono ortensie ideali per i bouquet di casa.
    Si coltiva così. Le servono una fioriera di almeno 30 centimetri di lato e terra universale. Il posto giusto per lei è ventilato e molto luminoso, ma non al sole. D'estate va innaffiata tutti i giorni. D'inverno ogni mese.

  • 4 4
    Credits: Van Kasteel

    La rosa rugosa
    È un rosaio di tipo selvatico. Cresce a forma di cespuglio e arriva fino a 1 metro e 1/2 di altezza.
    Com'è in primavera.  Fiorisce da maggio in poi. Le corolle sono rosa, grandi e a cinque petali.
    Com'è in autunno.  Fa bacche verdi, che poi diventano arancioni, grandi come pomodorini. Le foglie non cadono, ma diventano gialle oro.
    Si coltiva così. Ha bisogno della terra per rose, con l'aggiunta di un cucchiaio di fertilizzante in granuli che nutre a lungo la pianta perché si scioglie lentamente. Il rosaio va poi messo al sole. D'estate si innaffia ogni tre giorni. D'inverno una volta al mese.

/5

Queste piante sono sempre in pista. D'estate si riempiono di corolle variopinte, d'inverno sfoggiano foglie e bacche molto colorate. Facili da coltivare (e bellissime in ogni stagione), sono l'ideale per i balconi

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te