Le reti a doghe 

Doghe di legno flessibili ed elastiche, che non si deformano con l'uso; e se sono tante è meglio, così il materasso ha una maggiore superficie d'appoggio. La base ideale per il letto è fatta così. Alcune hanno, in corrispondenza della zona lombare, un listello più largo oppure due listelli molto ravvicinati, per offrire un maggiore sostegno al punto più critico per il mal di schiena

di Simona Preda  - 09 Febbraio 2006

Giunti per oscillare...

Le reti più semplici hanno le doghe fissate direttamente alla struttura, metallica o di legno, ma molti modelli hanno giunti elastici. Sono elementi flessibili in materiale gommoso che collegano le doghe, singole o a gruppi di due-tre, alla struttura: i giunti permettono alle doghe di muoversi in modo indipendente l'una dall'altra, oscillando e inclinandosi, per adattarsi alle diverse posizioni assunte dal corpo.

Alcune basi hanno invece degli elementi molleggiati sul lato superiore delle doghe, a diretto contatto con il materasso: ne seguono il movimento, assecondando mentre dormi ogni tuo più piccolo spostamento. Se scegli questo tipo di rete, devi naturalmente avere un materasso dalla struttura molto flessibile.

... cursori per irrigidire

Se sai che ogni tanto soffri di mal di schiena o che sei un tipo che ingrassa e dimagrisce, ti conviene prendere una rete che, sulle doghe centrali della zona lombo-sacrale, abbia dei cursori, cioè degli elementi mobili e colorati, che regolano la rigidità di questi listelli: più li sposti verso l'esterno più aumenta la rigidità.

Testiera mobile se leggi a letto

Se non hai particolari esigenze o problemi fisici, prendi una base fissa con il telaio ancorato alla struttura: va benissimo e il costo è contenuto. Se però a letto ci stai anche per leggere o guardare la tv, o se hai problemi circolatori o respiratori, potresti optare per un modello mobile. Con due alternative. La più semplice è una base in cui la testiera e la pediera si sollevano a mano con delle maniglie, meglio se c'è la possibilità di regolare il letto in varie posizioni. La più costosa, ma più comoda, è una base elettrica, snodabile in più punti e flessibile, da azionare con un telecomando. Sui modelli mobili, però, è sconsigliato appoggiare un materasso a molle tradizionale, poco flessibile. E per non rischiare di scivolare in

avanti, assicurati che ci sia un fermo nella zona dei piedi.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
casa/le-reti-a-doghe$$$Le reti a doghe
Mi Piace
Tweet