Lo voglio ROMANTICO 

Le verande dell'Ottocento ti fanno sognare? Ecco tutti i consigli e gli accessori giusti per allestirne una a casa tua. Qui trovi anche i trucchi per la manutenzione del ferro battuto

di Studio Bariatti  - 14 Marzo 2006

Abbiamo chiesto a Francesca Belli-Paci, architetto paesaggista, alcuni consigli per scegliere l'arredo adatto per il terrazzo, in base allo stile. Pochi pezzi in ferro battuto sono sufficienti per creare un'atmosfera coloniale, che ricorda le romantiche verande dell'Ottocento. I mobili hanno linee morbide, spesso ispirate al passato, ma dal fascino intramontabile; stanno bene anche sui terrazzi più piccoli, sono leggeri e raffinati, non appesantiscono. I mobili in ferro, che durante la brutta stagione vanno riparati dalle intemperie, possono essere sistemati in casa: occorrerà solo sostituire i cuscini.

Il divanetto a due posti arreda, anche da solo, l'angolo relax; per renderlo confortevole basta sistemare tanti cuscini coordinati, preferibilmente in tinta unita, a righe o a piccole fantasie floreali, purché chiari, in contrasto con la struttura di ferro battuto. Una copertura in Pvc (si trova da tutti i rivenditori di arredi da giardino) o un grande foglio di plastica, da tenere sempre a portata di mano, permettono di proteggere il divanetto da acquazzoni improvvisi.

Il tavolino è rotondo perché è meno ingombrante e sta bene anche in un angolo. Inoltre, ricorda quelli usati nei romantici bistrot parigini. Se il terrazzo è abbastanza grande se ne possono accostare due o tre e usare come alzatine per le piante; poi, in caso di ospiti numerosi, basta avvicinarli per ottenere un angolo da pranzo.

L'applique coordinata completa perfettamente l'arredamento. Se lo spazio però non è sufficiente, o si desiderano serate molto romantiche, è meglio usare le candele, magari profumate, sistemate in contenitori di vetro colorato (vanno bene anche vasetti e grandi bicchieri) da posare tra le piante, da appendere al pergolato o da mettere negli angoli più bui. Per notti magiche, basta un grande catino pieno d'acqua in cui far galleggiare tanti piccoli lumini.

L'angolo verde di un terrazzo romantico riunisce una moltitudine di piante diverse, come una piccola, ma lussureggiante giungla domestica che ricorda le atmosfere delle dimore liberty, spiega il nostro esperto Bez Jair, agronomo del Garden Ingegnoli.

La pianta: falso gelsomino.

Perché: è un rampicante sempreverde che fa fiorellini bianchi, profumatissimi, simili a quelli del gelsomino.

Esposizione: sole per mezza giornata, anche meno. Fiorisce  senza problemi anche se il terrazzo è rivolto a est.

Di che cosa ha bisogno: acqua due volte alla settimana in primavera e in estate; una volta al mese nei mesi freddi. Un vaso profondo 30 centimetri e un grigliato per fare arrampicare i tralci.

La manutenzione del ferro battuto

Il ferro battuto è estremamente resistente, ha un solo nemico: la ruggine. È importante che sia trattato con le polveri epossidiche (particolari sostanze plastiche) che  garantiscono resistenza alle intemperie e ai raggi solari. È comunque buona regola proteggere gli arredi in ferro durante l'inverno.

La pulizia va effettuata con un panno umido, ma è importante asciugare subito e accuratamente le parti inumidite; per renderli più resistenti si possono incerare con prodotti specifici che si trovano nei colorifici e nei negozi di fai-da-te.

Attenzione alle ammaccature perché possono degenerare in ruggine. Bisogna verificare che non ci siano scalfiture o graffi nella vernice protettiva (soprattutto sotto e nei punti di innesto), in caso si deve pulire accuratamente la zona con una spazzola morbida per eliminare polvere e frammenti di vernice, poi stendere un'apposita vernice in ferro o un prodotto antiruggine seguendo le istruzioni.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/lo-voglio-romantico-1$$$Lo voglio ROMANTICO
Mi Piace
Tweet