Porte blindate e grate 

Dalle tradizionali porte corazzate, ormai quasi inutili, i sistemi meccanici di protezione si sono evoluti. Oggi vengono usati materiali più robusti, come l'acciaio al manganese e sistemi più sofisticati, come le serrature antitrapano. E, per proteggere dall'esterno le finestre, ci sono tapparelle in alluminio e persiane blindate

di Marco Biagi  - 15 Giugno 2005

Le porte e i portoni

Le classiche porte corazzate, anche se fornite di catenacci e serrature di sicurezza, servono a poco. Ora una porta o un portone blindati per il garage devono avere un controtelaio rinforzato in acciaio al manganese, da fissare nel vano a muro con zanche profonde almeno cm 10-15. Secondo le nuove norme europee, esistono sei classi di sicurezza che valutano la capacità di una porta di respingere i tentativi di intrusione: la classe 6 indica la porta più sicura, la classe 1 quella meno affidabile.

Ricorda che: le porte blindate di classe 1 e 2 sono consigliate per gli appartamenti, quelle di classe 3 e 4 per le villette isolate e quelle di classe 5 e 6  per banche e gioiellerie.

Le serrature di sicurezza

Sono di due tipi: quelle con chiave a doppia mappa e quelle a cilindro europeo. Le prime hanno una serie di dentelli asimmetrici ai lati e si inseriscono in una serratura con piastra di protezione antitrapano. Quelle a cilindro sono abbinate a una tessera con un codice senza il quale non è possibile duplicare le chiavi. Oggi si stanno diffondendo anche modelli di serrature motorizzate a chiave elettronica.

Ricorda che: è meglio montare almeno due serrature di buona qualità con funzionamenti differenti: così aumentano

i livelli di sicurezza.

I vetri antisfondamento

Sono composti da due o più lastre di vetro accoppiate con particolari fogli di materiale plastico (Pvb). A seconda dello spessore del vetro resistono ai vari tipi di intrusione: un pannello di mm 29-31 non cede ai colpi di mazza, mentre il vetro antiproiettile (oltre mm 31) sopporta le armi da fuoco.

Ricorda che: non tutti

i tipi di serramento sono adatti a questi vetri particolari, che possono pesare anche 20 volte di più di uno normale.

Le inferriate

Sono una soluzione quasi obbligata per proteggere le finestre di una casa al piano terra. Quelle fisse devono avere un telaio con le zanche (di mm 8-10 di spessore) da fissare per almeno 10 cm di profondità nei muri laterali del vano finestra. Conviene farle realizzare su misura da un fabbro esperto. Le barre verticali che costituiscono l'inferriata devono essere piene, avere un diametro di almeno 14 mm ed essere distanti tra loro non più di cm 10. Quelle apribili sono meno sicure, ma più pratiche e riducono l'effetto "gabbia".

Ricorda che: le inferriate apribili si trovano in commercio anche nelle versioni scorrevoli a scomparsa e a pacchetto.

Le tapparelle e le persiane

Per avere una casa più sicura conviene sostituire le normali tapparelle, in plastica o in legno, con avvolgibili in ferro, o, meglio ancora, in profilato di alluminio (resistono anche alle intemperie e all'ossidazione). I modelli automatici sono migliori perché il fermo motore funziona anche da blocco antisollevamento. Se le finestre sono protette da persiane, ci sono quelle in acciaio verniciato o in legno con l'interno blindato (più costose).

Ricorda che: le tapparelle devono essere dotate di robusti ganci di fissaggio al davanzale o al pavimento, che impediscono di sollevarle dall'esterno.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/porte-blindate-e-grate$$$Porte blindate e grate
Mi Piace
Tweet