• Home -
  • Casa-
  • Come smaltire e riciclare gli elettrodomestici

Come smaltire e riciclare gli elettrodomestici 

In alcune città te li vengono addirittura a ritirare a casa. O li butti in cassonetti speciali. Così contribuisci a regalare una nuova vita a frigoriferi, cellulari, lavatrici...

di Giorgia Nardelli

La lavatrice si è rotta? Il phon scalda troppo? Il monitor è tutto nero? Non funziona più il caricabatterie? Ogni volta che butti nel posto giusto un Raee (sigla che sta per Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) fai un grande regalo al Pianeta. «Alcuni di questi oggetti contengono sostanze inquinanti che non devono essere assolutamente disperse nell’ambiente, come i gas refrigeranti di frigoriferi e condizionatori, o le polveri di fosforo dei vecchi televisori a tubo catodico» spiega Andrea Bizzi, technical regulations manager di ErpItalia, organizzazione europea per la raccolta di Raee.

«In più, dai rifiuti elettronici si recuperano facilmente diversi tipi di metalli e minerali rari che, altrimenti, vengono estratti da giacimenti e miniere». Nel 2015 in Italia ne sono state raccolte 249.253 tonnellate, il 7,57% in più rispetto all’anno precedente. Un’apparecchiatura su tre (il 33, 14%) è un grande elettrodomestico come lavatrice, lavastoviglie e forno. Seguono televisioni e monitor (24,98%), frigoriferi e condizionatori (23,48%). I mini elettrodomestici, invece, sono solo il 17,8% dei dispositivi smaltiti correttamente.

L’Unione europea ci bacchetta, stimando che il nostro Paese ricicla in modo corretto poco più del 20% dei suoi elettrodomestici, contro l’85% di Svezia e Norvegia. E il 65% finisce in discarica o nei circuiti illegali. Eppure diventare più virtuosi si può. Dal maxifrigo al frullatore ecco le quattro regole da seguire.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/smaltire-riciclare-elettrodomestici$$$Come smaltire e riciclare gli elettrodomestici
Mi Piace
Tweet