Ventilatori e deumidificatori per risparmiare e aiutare l’ambiente

  • 1 7
    Credits: Shutterstock

    Preparate al torrido meteo dei mesi estivi? Davvero difficile da sopportare soprattutto se c’è tanta umidità che rende il livello di calore percepito ancora maggiore. Ma per alleviare il fastidio dell’afa non è necessario circondarsi di condizionatori. Possono essere sufficienti un ventilatore o un deumidificatore. Perché questi elettrodomestici contribuiscono a distribuire l’aria in modo omogeneo nell’ambiente rendendola più secca. E sono anche economici e rispettosi dell’ecosistema.

    Il ventilatore, infatti, non è troppo costoso, è ecologico (non fa uso di gas) e consuma da 40 a 80 Watt l’ora, circa 15 volte in meno rispetto a un climatizzatore. I deumidificatori invece, che eliminano il vapore acqueo presente nell’atmosfera, hanno 300 Watt di potenza e utilizzano gas ecologici R134a.

  • 2 7
    Credits: Shutterstock

    VENTILATORI

    → Per una grande stanza  Puoi scegliere un ventilatore a soffitto che crea un flusso d’aria non diretto, uniforme e quindi più piacevole. Deve essere installato da un tecnico per fissarlo adeguatamente al soffitto e per i collegamenti elettrici. Alcuni apparecchi funzionano anche come punto luce. I modelli a piantana o su asta, sono pensati per non ricorrere a lavori elettrici e murari. Ovviamente più lo scegli grande, maggiore sarà lo spazio che potrai rinfrescare: possono avere fino a 40 cm di diametro. In genere l’asta di sostegno è regolabile in altezza e le pale hanno anche un movimento oscillatorio per riuscire a raggiungere tutti i punti dell’ambiente.

    → Per uno spazio definito. Se devi aerare un punto preciso, come la zona di lettura o la scrivania dello studio, scegli un modello da tavolo. Leggeri e per niente ingombranti, misurano di 25-30 cm di diametro. Orientabili su due o tre posizioni, devono avere la grata fissa: cioè un coperchio che ripari le pale per evitare che ci si possa far male.

    → Per la sicurezza. Hai dei bambini piccoli e vuoi essere tranquilla quando usi il ventilatore? Ci sono i modelli senza pale: l’aria viene aspirata grazie a un motorino posto alla base del dispositivo e poi rimessa in circolo. L’uso è più sicuro e il funzionamento più silenzioso e stabile.

  • 3 7
    Credits: Olycom

    DEUMIDIFICATORI

    → La portata. Per scegliere il deumidificatore più adatto alle tue esigenze verifica quale portata ha, cioè quanta aria è in grado di trattare. Il valore deve essere da 2 a 4 volte maggiore del volume dell’ambiente. Un esempio? Per una cucina di 36 metri cubi, la portata dell’apparecchio dovrà essere compresa tra 72 e 144 metri cubi/ora.

    → Il peso. Se prevedi di usarlo in stanze diverse valuta l’ingombro e il peso dell’apparecchio: meglio intorno ai 15 kg per la stabilità, con una maniglia retrattile e con quattro ruote resistenti alla base per trasportarlo facilmente.

    → Gli aspetti tecnici. Controlla che abbia il dispositivo che segnali quando l’acqua raggiunge il livello massimo nel contenitore di raccolta dell’acqua e che si spenga automaticamente. Ricorda che i filtri devono essere periodicamente puliti e sostituiti: meglio quindi scegliere un apparecchio in cui si possano lavare.

  • 4 7
    Credits: Bricobravo
  • 5 7
    Credits: Bricobravo

    VENTILATORE DA SOFFITTO

    ● Dotato di cinque pale

    ● Con lampadina

    ● Telecomando

    ● Potenza: 60W

    ● 3 velocità selezionabili

  • 6 7
    Credits: Bricobravo
  • 7 7
    Credits: Bricobravo
/5

Ma chi l’ha detto che per stare al fresco bisogna per forza acquistare un condizionatore? Questi apparecchi sono ecologici e ti fanno spendere meno

GUIDA ALLA SCELTA

● Nei ventilatori a soffitto, la forma e la lunghezza delle pale incidono sulla resa: quelle a petalo e un po’ concave raccolgono meglio l’aria; quelle piatte e allungate la diffondono in modo più uniforme.

● Meglio scegliere modelli con almeno quattro pale, lunghe circa 90 cm: muovono più aria e fanno meno rumore.

● L’efficacia dipende anche dall’installazione: più le pale a soffitto sono distanti dal pavimento, maggiore è l’aria che muovono e di conseguenza il rendimento dell’apparecchio.

● Quando l’altezza del soffitto è inferiore a 240- 230 cm non si può montare un ventilatore: si potrebbero toccare le pale con le braccia alzate.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te