La crostata estiva con ricotta e confettura di Sara Milletti

  • 1 9

    Ingredienti per uno stampo dal diametro di 22 cm

    290 gr di farina 00

    100 gr di farina di farro integrale

    140 gr zucchero semolato

    125 gr di burro

    2 uova

    ½ bustina di lievito per dolci

    buccia grattugiata di un limone biologico

    1 presa di fior di sale

    300 gr di ricotta fresca di mucca

    300 gr di confettura di amarene

    zucchero  a velo q.b.

    Setacciare le farine sulla spianatoia e fare la fontana. Unire lo zucchero, la buccia del limone, il sale e il burro ridotto a cubetti. Rompere al centro della fontana le uova. Iniziare a sbattere le uova con una forchetta e iniziare ad impastare con le mani.

  • 2 9

    Quando l’impasto sarà omogeneo formare una palla, avvolgerla con la pellicola trasparente e farla riposare in frigo per venti minuti.

  • 3 9

    Estrarre la frolla dal frigo. Stendere due terzi della frolla con il mattarello e posizionarla all’interno di uno stampo ricoperto di carta da forno precedentemente bagnata e ben strizzata. Bucare la frolla con i rebbi di una forchetta e riporre lo stampo in frigo per venti minuti.

  • 4 9

    Nel frattempo sgocciolare bene la ricotta e setacciarla.

    Preriscaldare il forno a 180°.

  • 5 9

    Distribuire sopra la base di frolla la ricotta.

  • 6 9

    Unisci la confettura spalmandola in maniera uniforme.

  • 7 9

    Stendere con il mattarello la restante pasta frolla dandole una forma circolare e posizionarla sopra la confettura. Sigillare i bordi della crostata.

  • 8 9

    Far cuocere in forno caldo per 40 minuti.

    Sfornare e lasciar raffreddare completamente.

  • 9 9

    Spolverare con lo zucchero a velo e servire a fette.

/5

Sara Milletti, food blogger di L'appetito Vien leggendo, ci regala una ricetta semplice da riprodurre con la marmellata che preferite

Quando hai aperto il blog e da dove è nato?

Ho iniziato a scrivere sul mio blog nel mese di marzo del 2010. Ero in un periodo particolare della mia vita e il mio rapporto con il cibo era conflittuale. Mangiavo poco, forse troppo poco. Quando a gennaio dello stesso anno avevo scoperto il mondo dei blog di cucina mi ero innamorata di questi diari con bellissime foto di cibo e visitandoli spesso si era risvegliata in me la voglia di cucinare e quella di mangiare. Dopo qualche mese decisi quasi per gioco che avrei iniziato a scriverne uno anche io senza immaginare dove mi avrebbe potuto portare questa nuova avventura!

La cosa che più ami di avere un blog di cucina?

Sicuramente la possibilità di poter condividere la mia passione con persone che la pensano come me. E poi devo ammettere che scrivere è veramente terapeutico.  

Il piatto che preferisci cucinare?

A me piace mettere letteralmente le mani in pasta. Amo cucinare tutti i dolci che prevedono impasti manuali, i lievitati e adoro preparare la pasta fresca che deve essere stesa con il mattarello.

Un ingrediente immancabile nella tua cucina?

Sicuramente l’olio extravergine di oliva. Salutare e ottimo anche per fare i dolci. E vogliamo parlare delle barrette di cioccolato fondente?! Alleate in cucina e anche ottimo rimedio per ritrovare il buonumore.

Dove fai la spesa? Scegli il supermercato oppure fai ricerca di prodotti?

Per comodità mi capita spesso di recarmi al supermercato dove acquisto soprattutto i beni di largo consumo. Per la carne e la verdura mi reco invece nei piccoli negozi di quartiere.

Cucina regionale: c'è una ricetta che ti riporta a casa?

La carbonara, quella autentica fatta con guanciale e tanto pecorino romani direi che è uno dei miei piatti regionali preferiti. È sufficiente un boccone e sono subito a casa.  

Cena con gli amici: cosa prepari?

Se la cena è programmata preparo tutto. Adoro avere amici a cena e mi piace coccolarli. Cucino per loro dall’antipasto al dolce passando per primo e secondo. Talvolta capita invece che arrivi qualcuno all’ultimo minuto e mi organizzo come meglio posso.

Da cosa scegli un ristorante?

Diciamo che il passaparola è sempre vincente e se un amico mi parla di un locale in maniera entusiastica, avrò voglia di provarlo. Talvolta invece vengo rapita dal menù e ammetto che anche la location gioca un ruolo fondamentale.

Un consiglio per le donne moderne impegnate tra famiglia e lavoro per non impazzire in cucina?

Una sola parola: organizzazione. Ed è fondamentale avere sempre la dispensa ben fornita perché anche con pochi ingredienti e con poco tempo si possono creare tanti piatti gustosi.

Amici a cena? Un dolce fatto in casa da me non manca mai!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te