Parliamo di food

Orecchiette alla crema di zucchine e mandorle di Valentina Barone

La food blogger di Cucina & Cantina si racconta e ci regala una sua ricetta

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni

La food blogger di Cucina & Cantina si racconta e ci regala una sua ricetta

Valentina Barone, classe 1985, è originaria di Alba. Laureata in Architettura, ora lavora per aziende nel mondo del food e del vino. Ha aperto un blog Cucina&Cantina, che è diventato un punto di riferimento sul web.

Quando hai aperto il blog e da dove è nato?

Ho aperto il blog nell’ottobre del 2008, ma è nato per gioco: avevo da qualche mese finito l’università e avevo un lavoro tempo indeterminato che credevo sarebbe rimasto tale fino alla pensione, così in balia della routine quotidiana ho aperto Cucina&Cantina, pensando a me e al mio fidanzato: lui infatti al tempo stava ancora l’università di enologia, quindi i nostri ruoli sono diventati il titolo del blog. Inizialmente cucinavo a casa dei miei genitori e i piatti e le foto lasciavano parecchio a desiderare, ma dopo meno di un anno sono andava vivere da sola e lì, piano piano, ho cominciato a sperimentare tra i fornelli e a cercare di migliorare dal punto di vista fotografico e della presentazione.

La cosa che più ami di avere un blog di cucina?

Il blog mi ha dato l’opportunità di vedere, fare e assaggiare cose mai avrei creduto e di quest’opportunità sono davvero fiera; inoltre molte delle persone che ho incontrato sulla mia di strada sono diventate persone importanti e questo forse ha dato un senso a tutto il lavoro.

Il piatto che preferisci cucinare?

Il risotto, senza ombra di dubbio, è un piatto che amo fare non solo per il sapore, ma per la sensazione di relax che provo nel prepararlo. Durante la preparazione la mia mente vaga e rifletto su problemi e soluzioni. Per me equivale ad una lezione di yoga: solo che il risotto poi alla fine me lo mangio!

Un ingrediente immancabile nella tua cucina?

Sono due gli ingredienti a cui davvero non posso rinunciare: le cipolle e il burro. Le prime sono la mia verdura preferita, le cucino in ogni modo... per me ogni piatto è un'occasione per aggiungere un po’ di cipolla tritata: è un sapore a cui non so rinunciare. Il burro invece perché rende tutto più buono ed è fondamentale per dare quel tocco goloso a moltissime ricette, dolci o salate che siano.

Dove fai la spesa? Scegli il supermercato oppure fai ricerca di prodotti?

Sono molto fortunata perché i genitori del mio fidanzato hanno un bellissimo orto che ci regala molta frutta e verdura di stagione, le uova me le dà mia nonna, la carne invece dal macellaio che alleva lui stesso gli animali; per il resto mi affido al tempo, se posso vado nei negozietti se no al supermercato come tutti.

Cucina regionale: c'è una ricetta che ti riporta a casa?

Questa è una domanda difficile per me perché sono nata in Piemonte, ma non ho nemmeno una goccia di sangue piemontese. Mia nonna è di Lecce e mio padre è mezzo lombardo e mezzo ligure. Il risotto è sicuramente è il mio piatto, ma come anche il sugo di pomodoro cotto per ore e i ravioli al plin delle Langhe, insomma sono un mix!

Cena con gli amici: cosa prepari?

Quando ho una cena con gli amici mi prendo tutto il tempo, comincio dal mattino con le preparazioni lunghe che poi, se posso, inforno all’ultimo. Faccio spesso la pasta al forno alla crema di broccoli, l’insalata di polletto con la melagrana e mela verde, oppure pollo al korma curry e saltato con i porri, ma il menù dipende sempre dall’ispirazione e dalla stagionalità degli ingredienti.

Da cosa scegli un ristorante?

In un ristorante cerco la passione per la cucina che si traduce in piatti buoni, non è importante la presentazione, perché se il mangiare è sano e buono al giusto prezzo, non c’è nulla di meglio. Meglio mangiare con la bocca che con gli occhi.

Un consiglio per le donne moderne impegnate tra famiglia e lavoro per non impazzire in cucina?

Non sono la persona giusta per dare dei consigli del genere, perché spesso arrivo a casa e il mio frigo è vuoto però mi so arrangiare e questo spesso aiuta, perché da pochi ingredienti spesso vengono fuori piatti buonissimi. Il mio consiglio è quello di comprare un po’ di verdura di stagione e ogni due o tre settimane dedicare una domenica pomeriggio a cucinarla, poi suddividerla in sacchettini e metterla in freezer. Al mattino quando vi alzate e sapete già di non avere tempo per far la spesa vi basterà tirare fuori la vostra verdura e la serà sarà scongelata e pronta per il vostro contorno veloce e sano.

di Paola Toia Riproduzione riservata

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni