L'abbiamo incontrato e intervistato per voi, è lui, il mitico Boss delle Torte, che ci regala anche una ricetta

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni

L'abbiamo incontrato e intervistato per voi, è lui, il mitico Boss delle Torte, che ci regala anche una ricetta

Buddy Valastro è così come lo si vede in televisione: generoso, disponibile, umile, pieno di voglia di chiacchierare soprattutto con gli italiani. Ricorda volentieri le sue origini, parla della sua famiglia e del suo lavoro con tanto entusiasmo e amore. Re incontrastato dei dolci, con il programma Il Boss delle Torte ha portato la sua Carlo's Bakery a farsi conoscere in tutto il mondo.

Che rapporto hai con l'Italia?

Sono originario di Altamura, in Puglia, e continuo a tornare quando posso o comunque a sentire i miei parenti. Amo l'Italia, ammiro la vostra cultura, work to live, non live to work (lavorare per vivere, non vivere per lavorare). Dovremmo imparare, noi americani, dal vostro stile di vita. Fermarsi ogni tanto, sentire il profumo dei fiori, godersi la vita. Lo stesso vale per i rapporti che avete con le persone, siete umili e ospitali. Quando vengo in Italia anche per lavoro, magari in aziende varie, mi offrono il pranzo, si sta insieme, c'è convivialità.

Nella tua pasticceria, usi i metodi di tuo padre o ti rinnovi?

Cerchiamo di mantenere le tradizioni, ma sappiamo che se possiamo sfruttare le innovazioni tecnologiche per migliorare dobbiamo farlo. Se non ti rinnovi resti indietro! Cerchiamo sempre di migliorare il prodotto. Non esiste un solo modo per fare le cose, per me mio padre è stato il miglior pasticciere del mondo, so che mi guarda dal paradiso e mi protegge. Ogni volta che creo qualcosa vorrei fosse ancora vivo per mostrargliela.

Il tuo dolce del cuore è italiano o americano?

Oh direi tutte e due! Pensate che per il mio compleanno mia moglie e i miei figli mi regalano una torta, fatta con i preparati! Tre piani di torta, con sopra il fondente! Non è sicuramente come una delle mie, ma apprezzo tantissimo. Quest'anno abbiamo commercializzato un preparato con la mia faccia: hanno usato quello!!!

Qual è il tuo segreto per i migliori cupcake?

Una cosa che faccio spesso è ricalibrare il forno. È importante. E poi un segreto è: se vuoi un cupcake con la punta devi metterlo più in alto con caldo diretto, se lo vuoi più piatto, che è l'ideale per decorarlo, nel forno più basso. Attenti alla temperatura di uova e burro. Ma anche dell'acqua, non dev'essere né troppo calda né troppo fredda. La temperatura dell'impasto deve essere tra i 16 e i 22 gradi, altrimenti se è troppo freddo si restringe. Anche la farina è importante, in America usiamo la cake flour (farina da torta, ndr), ha una texture più vellutata.

Sempre più ci sono casi di celiachia e di allergie, come vi comportate in questi casi?

Questo è un tema che mi è caro, mio figlio è allergico alle noci e in Sicilia l'abbiamo dovuto portare in ospedale, poi fortunatamente tutto si è risolto in bene, ma che spavento! Non sono specializzato in queste tipologie di torte e sono abbastanza intelligente da non mettermi a parlare a sproposito su temi così importanti. Abbiamo dei prodotti gluten free e altri senza ad esempio frutta secca, ma non siamo specializzati, non abbiamo ricette rifatte apposta per essere senza glutine.

di Paola Toia Riproduzione riservata

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni

Ricevi i nostri consigli di cucina tutti i giorni