Le farine

Credits: Corbis

Solitamente usiamo la farina di grano, quella che deriva dalle spighe. Anche nelle ricette quella che viene più indicata è di grano tenero, "00" o "0".  Ma sono moltissime le tipologie di farina esistente, come quella di mais, di kamut, di riso, di mandorle, di castagne, di orzo, di segale,...

Anche di grano ne esistono tipi diversi, ma principalmente vengono sfruttati quello duro e tenero.

Dalla macinazione del grano duro si ottiene la semola. Dalla macinazione della semola si ha la farina di grano duro, che viene usata per la pasta (anche quella confezionata secca).

La farina di grano tenero serve per la realizzazione di pane e dolci.

La Farina integrale è ideale per il pane, o se la mescoli con quella bianca, anche per pasta fresca e dolci.

La farina 0 è quella bianca, che viene ricavata dalle semole, di prima scelta, ideale per pane e pasta fresca.

La farina 00 è la più bianca e leggera, è perfetta per dolci, pasta fresca, besciamella e pasta all’uovo.

/5

Solitamente usiamo la farina di grano, quella che deriva dalle spighe. Anche nelle ricette quella che viene più indicata è di grano tenero, "00" o "0".  Ma sono moltissime le tipologie di farina esistente, come quella di mais, di kamut, di riso, di mandorle, di castagne, di orzo, di segale,...

Anche di grano ne esistono tipi diversi, ma principalmente vengono sfruttati quello duro e tenero.

Dalla macinazione del grano duro si ottiene la semola. Dalla macinazione della semola si ha la farina di grano duro, che viene usata per la pasta (anche quella confezionata secca).

La farina di grano tenero serve per la realizzazione di pane e dolci.

La Farina integrale è ideale per il pane, o se la mescoli con quella bianca, anche per pasta fresca e dolci.

La farina 0 è quella bianca, che viene ricavata dalle semole, di prima scelta, ideale per pane e pasta fresca.

La farina 00 è la più bianca e leggera, è perfetta per dolci, pasta fresca, besciamella e pasta all’uovo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te