Strudel con peperoni acciuga e scamorza

  • 1 5
    Credits: THELMA & LOUISE

    Ingredienti

     

    Per la pasta:
    350 g di farina (più quella per infarinare)
    4 cucchiai di olio extravergine di oliva
    7 g di lievito di birra liofilizzato
    sale
    Per la farcia
    10 filetti di acciughe sott'olio
    2 peperoni rossi
    120 g di scamorza
    olio extravergine di oliva
    Sciogliete il lievito in 50 ml di acqua leggermente  tiepida. Iniziate a impastare 100 g di farina con 100 ml di acqua sulla  spianatoia. Aggiungete il lievito sciolto, la restante farina e ancora  una tazzina di acqua, in cui avrete sciolto un pizzico di sale e l'olio.  Impastate energicamente per 15-20 minuti. Se occorre, unite ancora un  paio di cucchiai di acqua tiepida, formate un panetto, infarinatelo,  incidetelo a croce in superficie, mettetelo in una ciotola infarinata,  copritelo con un telo bagnato e lasciate lievitare per 3 ore.

  • 2 5
    Credits: THELMA & LOUISE

    Arrostite i peperoni sulla fiamma, girandoli spesso, poi spellateli e divideteli in falde.

  • 3 5
    Credits: THELMA & LOUISE

    Stendete la pasta sottilissima su un telo infarinato, prima con il matterello, poi allargandola con le mani:  dovrete ottenere un rettangolo di 40 cm circa di lunghezza e 25-30 cm di  larghezza. Sistemate sopra i peperoni, lasciando un bordo di pasta  libero tutto intorno. Mettete sui peperoni i filetti di acciughe sgocciolati, coprite con la scamorza a fettine sottilissime (meglio se  ve le fate tagliare con l'affettatrice).

  • 4 5
    Credits: THELMA & LOUISE

    Arrotolate il rettangolo di pasta, ripiegando prima i 2  lati corti, poi aiutandovi con il telo, coprite il ripieno.

  • 5 5
    Credits: THELMA & LOUISE

    Sistematelo  sulla placca foderata con carta da forno, spennellatelo di olio e  cuocetelo in forno già caldo a 190-200° per circa mezz'ora, finché sarà  ben dorato in superficie. Toglietelo dal forno, lasciatelo intiepidire,  tagliatelo a fette longitudinali e servite.

/5

Ecco la versione salata del classico dolce, preparata con un ripieno di verdura, acciughe e formaggio

Tutti conosciamo lo strudel di mele: dolce tipico del Trentino Alto Adige, la sua ricetta però affonda le radici nella tradizione turca, i quali nel XVII secolo preparavano un dolce simile, chiamato baklava. Questo impasto a base di mele fu poi importato in Italia, grazie alla dominazione ungherese, in particolare nella zona del Nord Est, da cui poi si propagò la ricetta dello strudel, il cui ingrediente principale è proprio la mela, di cui il Trentino Alto Adige è il maggiore produttore. La ricetta originale prevede l'utilizzo della mela Renetta, ma noi qui ve lo proponiamo in versione salata, ancora più goloso, ripieno di peperoni, acciughe e scamorza, un contrasto gustoso tra dolce e salato, per un'esplosione delle papille. Pronte a leccarvi i baffi?

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te