Secondi di carne

Per secondo piatto nella tradizione culinaria italiana si intende un piatto a base di carne, pesce o uova, che come dice il nome, generalmente viene servito dopo il primo piatto. Per antonomasia, dev'essere una pietanza sostanziosa, ben presentata e sfiziosa agli occhi e al palato, per stuzzicare nuovamente l'appetito, avendo già mangiato un primo e se il menu lo prevede, anche un antipasto. Tra tutte le portate, è quella in teoria a più alto contenuto proteico, contrapposto al primo piatto, di solito ricco di carboidrati. In Italia, viene di solito servito insieme a un contorno, preparato su un piattino a parte, per far sì che i suoi condimenti non si mischino con i sapori del secondo piatto.

 

I secondi di carne vedono protagonista proprio quest'ultima, abbinata di solito a un contorno ricercato e sostanzioso, come possono essere per esempio, le patate arrosto o la caponata di verdure. Le diverse tipologie e i diversi tagli (carni bianche o rosse, di suino, di bovino o selvaggina) ne fanno uno degli alimenti più ricercati e pregiati per preparare dei veri e propri capolavori in cucina. Anche in questo caso, regione che vai, specialità che trovi: in Toscana la più rinomata è la fiorentina ai ferri, nel Lazio abbiamo l'abbacchio, in Lombardia va forte la cotoletta alla milanese, in Abruzzo caratteristici sono gli arrosticini. Sempreverdi gli arrosti, da servire con il loro sughetto e un contorno di patate e nei periodi festivi indicati abbiamo l'agnello a Pasqua e il cappone o il cotechino con le lenticchie a Natale e Capodanno.

 

 

 
Carica altre