Branded Story

Sponsorizzato da

I 5 consigli per lo sviluppo sano delle ossa

  • 1 5

    Curare l’alimentazione
    Per un sano sviluppo delle ossa dei bambini e degli adolescenti è importante assumere cibi ricchi di calcio. Si trova nei prodotti caseari, ma anche in pesce (acciughe, sardine, sogliola, orata…) e in misura minore in legumi, cereali integrali, frutta secca, verdure a foglia verde (broccoli, spinaci, cavolo). Attenzione, però, i cibi non vanno combinati in modo casuale: legumi e verdure a foglia verde, così come caffè, tè e cioccolato, contengono anche composti detti “ossalati” che limitano l’assimilazione del calcio, così come le fibre alimentari. Quindi non bisogna consumarli nello stesso pasto in cui abbiamo assunto i formaggi, per non sprecare una parte del calcio che contengono. Anche l’acqua minerale, in particolar modo le bicarbonato-calciche, contengono calcio in una forma altamente assimilabile, contribuendo così al fabbisogno giornaliero di questo prezioso elemento, essenziale nella formazione delle ossa e dei denti e nel funzionamento del sistema nervoso e muscolare.

  • 2 5

    Fare movimento
    Giocare e fare sport per i bambini… è un vero lavoro! Oggi troppo spesso assistiamo ai danni di una vita sedentaria sui piccoli, che non riguardano solo il problema del sovrappeso, ma anche il mancato sviluppo osseo. L’osso, infatti, cresce adattandosi all’attività fisica a cui è sottoposto e una buona dose di gioco e sport aumentano la densità e la massa ossea, contribuendo a dare maggiore forza e resistenza allo scheletro. Per i piccoli in crescita le attività più indicate sono la corsa, il salto, l’arrampicata, proprio quelle che vanno per la maggiore nei pomeriggi di gioco al parco! E non dimentichiamo, inoltre, che durante il gioco o l’attività fisica è necessario mantenere costantemente idratati i nostri bambini, preferendo un’acqua minerale ricca di calcio, silice, potassio e magnesio, che contribuisce a restituire i sali minerali persi con la sudorazione.

  • 3 5

    Esporsi al sole
    Stare al sole e all’aria aperta è il miglior modo per stimolare il corpo a produrre vitamina D, una sostanza fondamentale per l’assorbimento del calcio e la salute delle ossa. Basta esporre mani, braccia e viso per circa 15 minuti al giorno per garantirci la quantità di vitamina D sufficiente al nostro benessere, inoltre questa sostanza è contenuta nel pesce azzurro, nelle uova e nel fegato.

  • 4 5

    Bere acque ricche di sali minerali
    Integrare la nostra quota di calcio e sali minerali è facile come bere un bicchier d’acqua. Sì, perché non tutti lo sanno, ma l’acqua minerale, priva di calorie, contiene invece sali minerali, in diversa composizione a seconda dell’origine. Scegliere la giusta acqua minerale e imparare a bere nelle quantità e nel modo corretto è fondamentale per garantire ai bambini una sana idratazione e il giusto apporto di sali minerali per una crescita equilibrata.  Le acque bicarbonato-calciche sono ricche di sali minerali disciolti come calcio, silice, potassio, magnesio, fluoruro e bicarbonato, una preziosa fonte per reintegrare i sali persi con l’attività fisica e la sudorazione e per supportare le esigenze nutrizionali.

  • 5 5

    Attenzione alle proteine
    Assumere la giusta quantità di proteine è importante per uno sviluppo sano dei bimbi. Come spesso accade, però, è importante non esagerare: se le proteine sono introdotte nel corpo in modo eccessivo vengono espulse tramite le urine, ma portano via con sé anche una parte del calcio presente nel corpo. Da evitare per la stessa ragione anche un consumo eccessivo di sale, contenuto in particolare nei salumi.

/5

La salute del futuro inizia nell’infanzia: scopri le 5 buone abitudini che aiutano lo scheletro dei tuoi bimbi a svilupparsi nel migliore dei modi.

L’infanzia è un momento cruciale nella nostra vita, quello in cui mettiamo le basi per il futuro. In particolare, alcune buone abitudini acquisite fin da giovanissimi permettono non solo di crescere in modo sano e armonico, ma anche di godere di una buona salute in età adulta. In particolare, nei bimbi è importantissimo curare lo sviluppo delle ossa che, iniziato nell’utero materno, prosegue a ritmo sostenuto per i primi due decenni di vita, fino ad arrivare al picco di massa ossea che viene raggiunto tra i 18 e i 35 anni. Mettendo in campo uno stile di vita sano e attivo, oltre a qualche accorgimento, è possibile stimolare un corretto sviluppo dello scheletro e ridurre al minimo il rischio di fragilità ossea e osteoporosi, problemi comuni tra le fasce più anziane della popolazione.

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Ferrarelle Mini.
© Riproduzione riservata.
Stampa