Nutri il tuo benessere

Lo avresti mai immaginato? Molti dei disturbi di cui soffriamo hanno origine da uno squilibrio intestinale. Per diffondere la consapevolezza dell’importanza di un intestino sano è nato Nutrire l’Intestino, una campagna a supporto delle farmacie e un portale ricco di consigli e informazioni per una dieta amica del tuo benessere

di Codex

Un organo così importante da essere considerato il nostro “secondo cervello”: l’intestino svolge un’azione cruciale per il benessere dell’organismo. Nei suoi sette metri di lunghezza non hanno solo luogo la digestione dei cibi e l’assorbimento dei nutrienti, ma si sviluppa la risposta immunitaria e si svolgono molte funzioni metaboliche. Ecco perché la salute di questo organo è così importante: un suo squilibrio può causare patologie molto serie, dall’obesità alla sindrome dell’intestino irritabile, ma anche essere alla base di problemi non immediatamente collegabili all’apparato digerente come allergie, asma, malattie autoimmuni, fatica cronica, depressione e alterazioni della cute.

Purtroppo, lo stile di vita “moderno” non ci aiuta: stress, affaticamento, uso di farmaci e alimentazione disordinata sono alla base delle patologie dell’intestino. Per prevenirle e curarle, dunque, è proprio dallo stile di vita che dovremmo partire, imparando a riprenderci i nostri tempi, a curare quello che portiamo in tavola e a riscoprire l’attività fisica e i suoi benefici.

Per diffondere la consapevolezza dell’importanza dell’intestino per il nostro benessere è nato Nutrire l’Intestino, una campagna a supporto delle farmacie che punta a far conoscere i principali consigli per una dieta adeguata e i prodotti che
possono aiutare nella cura e nel ripristino dell'equilibrio intestinale. Sul portale è possibile trovare tante informazioni, oltre agli interventi di esperti in materia e un gustoso ricettario pensato per una dieta che contrasti i malesseri intestinali o li prevenga senza rinunciare al piacere della tavola.
Ma quali sono le più comuni disfunzioni intestinali? Le analizziamo brevemente.