Bullis-no: la premiazione del contest di OVS e FareXBene Onlus

/5

In occasione della prima giornata nazionale contro il bullismo, martedì 7 febbraio nello store di Corso Buenos Aires si terrà l'evento finale patrocinato dalla Regione Lombardia e inserito nell’ambito delle iniziative realizzate in occasione del Safer Internet Day

OVS, marchio leader italiano del fast fashion, ospita martedì 7 febbraio nello store di Milano in Corso Buenos Aires la premiazione del vincitore del video contest dedicato al progetto “Bullis-no – Chi bulla perde” in collaborazione con FARE X BENE ONLUS.

In occasione della Prima Giornata Nazionale contro il Bullismo nelle scuole, promossa dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e della Giornata Europea della Sicurezza in Rete (Safer Internet Day), indetta dalla Commissione Europea, OVS e FARE X BENE ONLUS proseguono l’approfondimento dei temi legati al progetto Bullis-no.

Dalle ore 16.30 le psicologhe di FARE X BENE ONLUS terranno un workshop interattivo con il pubblico, seguito alle ore 17 dalla premiazione del vincitore del video contest dedicato al tema del rispetto dei pari e della lotta a bullismo e cyberbullismo appena concluso su ovs.it. Il vincitore avrà la possibilità di partecipare alla realizzazione della campagna di sensibilizzazione online della Onlus con la regia di Federico Brugia.

All’evento, che ha ottenuto il Patrocinio della Regione Lombardia e l’inserimento nelle manifestazioni nazionali riconosciute in occasione del Safer Internet Day 2017 grazie al supporto del MIUR, parteciperanno alcune delle scuole che hanno aderito al contest e due special guest: gli youtuber Doctor Vendetta, famoso per le sue classifiche di curiosità dal mondo e Jack Nobile, giovane mago alla ribalta di You Tube Italia.

Il progetto “Bullis-no – Chi bulla perde” è realizzato da OVS e FARE X BENE ONLUS, associazione che sostiene, promuove e tutela i diritti inviolabili della persona, soprattutto delle categorie sociali più deboli e soggette a discriminazioni come donne, bambini e persone disabili. Il progetto si rivolge a docenti e genitori, fornendo loro gli strumenti utili ad affrontare il complesso compito educativo e a contrastare e gestire gli effetti di bullismo e cyberbullismo, ma interessa anche i ragazzi grazie al contest creativo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te