Stai dando il meglio di te? 

Chiederti se stai dando il massimo è un modo per andare diritto al sodo della questione senza paura: fondamentale per vivere a pieno la vita

di Alessia Sironi
Credits: 

Shutterstock

 

Dare il meglio di sé è fondamentale per sentirsi soddisfatti e appagati. Ma è anche un aspetto centrale per noi e per le nostre relazioni con gli altri.

Dare il massimo è ciò che lega tutte le variabili fondamentali per vivere a pieno. Perché non possiamo accontentarci di una vita a metà.

Quando le cose non vanno esattamente come vorremmo, di solito, siamo abituati a dare la colpa a qualcun altro, a tirarcene fuori e illuderci di non aver ruolo attivo nelle nostre 'disgrazie'. Ci concentriamo sui risultati solamente quando questi ci piacciono. È allora che tendiamo ad assumercene la paternità. Quando invece non ci piacciono scarichiamo le responsabilità su qualche capro espiatorio. Facile prendersi tutto il merito quando le cose vanno nella direzione giusta, vero?

Filippo Ongaro, nel suo libro Vivere a pieno spiega: "Una domanda che io suggerisco spesso, perché rompe la logica ripetitiva di questo tipo di problema è: 'Sto dando il meglio di me?' Questa domanda è tanto semplice quanto potente ed è in grado, in un istante, di cambiare la nostra prospettiva su qualsiasi tipo di problema o evento".

Ma è anche la domanda giusta da farsi davanti a un successo per goderselo appieno oppure per comprendere che la prossima volta si può fare ancora meglio. Ed è la domanda da farsi per portare in superficie i finti problemi che ci distolgono dalla possibilità di affrontare quelli veri.

Ma ci sono molte altre domande che ci si può fare per cercare di capire se stiamo realmente facendo il massimo:

Sto rispondendo a questa richiesta nel modo migliore?

Ho mostrato il lato migliore della mia personalità?

Questo atteggiamento riflette chi sono io?

Cosa penserebbe di me questa persona se vedesse solo questa mia reazione?

Questa risposta è quella che vorrei vedere in una persona che stimo?

Se dovessi educare qualcuno, insegnerei questa reazione?

A posteriori riconosco questa risposta come la più idonea?

Reagire in questo modo mi fa ottenere di più dagli altri?

Sto ripetendo delle reazioni che ho visto in altri e con cui sono stato educato?

Cosa fare in pratica per riuscire davvero a dare il meglio

1) Incomincia definendo ogni giorno tre compiti principali da svolgere, fissa gli obiettivi da raggiungere e poi impegnati a portarli a termine.

2) Ricordati sempre di esprimere soddisfazione e gratitudine per ciò che hai e per ciò che hai fatto: essere soddisfatti e orgogliosi del proprio lavoro, oltre che rafforzare la fiducia in se stessi, aumenta il grado di felicità.

3) Scrivi ogni sera su un bigliettino il motivo per cui essere grata. Non importa se tutti i giorni è lo stesso: l'importante è che tu abbia un valido motivo.

4) Utilizza sempre il metodo 80/20. Cosa significa? Semplicemente lavora per l'80% del tempo e lascia il restante 20% per una pausa dedicata a te stessa: fai due passi, esci a prendere un po' d’aria, un gelato, fai una chiacchierata con un'amica o una telefonata divertente, oppure prenditi del tempo per meditare e fare sport.

5) Ora dividi un foglio bianco in quattro parti uguali: nel primo quadrante scrivi una cosa che vorresti smettere di fare, nel secondo scrivi invece una cosa che vorresti fare di meno e, negli altri due rimasti inserisci qualcosa che vorresti iniziare a fare e qualcosa che invece vorresti fare più spesso.

Non ti resta che mettere in pratica i buoni propositi. E, naturalmente, dare il meglio di te!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
lifestyle/come-dare-il-meglio-di-se$$$Stai dando il meglio di te?
Mi Piace
Tweet