• Home -
  • Lifestyle-
  • Ikigai: cosa significa e come trovare il proprio

Ikigai: cosa significa e come trovare il proprio 

È un concetto giapponese che rimanda al motivo per cui vale la pena vivere: ognuno di noi ha un Ikigai e per trovarlo è necessaria una lunga ricerca su se stessi

di Alessia Sironi

Cosa significa

Tutti noi abbiamo un Ikigai ma non sempre lo conosciamo. Un Ikigai è essenzialmente un motivo per alzarsi la mattina: si tratta di qualcosa di positivo, molto positivo, che ci fa svegliare ogni giorno con il sorriso sulle labbra, ci carica e ci regala l'entusiasmo necessario per affrontare la giornata. Ma trovare il proprio Ikigai non è così semplice e la sua ricerca richiede una profonda introspezione: insomma l’Ikigai ci 'restituisce' il senso della vita, ma dobbiamo lavorare sodo per riuscire ad acchiapparlo.

Come dare un senso alla vita

La parola Ikigai è entrata nel nostro mondo grazie alla cultura giapponese: è un termine particolarmente sentito nell'arcipelago di Okinawa - forse avrete sentito questo nome perché si tratta di una zona famosa per il tasso di longevità sana dei suoi abitanti. E, a dire il vero, sono moltissime le ragioni che collegano lo stato di salute ottimale che gli abitanti di queste isole hanno (dieta, attività fisica, stile di vita, poco stress e contatto con la natura) con il loto Ikigai. Ognuno, nel mondo, possiede una 'ragione per cui alzarsi la mattina', un motivo per cui essere felici. Occorre solo trovare l’origine del valore della vita, ciò che la rende bella e degna di essere vissuta. E volta trovato l'Ikigai, attraverso passioni, hobby, speranze e desideri si arriva alla 'conclusione' positiva della nostra esistenza.

Ma quali sono i ‘pilastri‘ su cui si fonda questo concetto?

Per semplificare le cose, potremmo dire che l'Ikigai non è altro che l'intersezione tra quattro aspetti fondamentali della nostra vita:

1) ciò che amiamo

2) ciò che gli altri amano di noi

3) ciò che sappiamo fare

4) ciò che possiamo fare per il mondo

Quando si crea un equilibrio personale tra questi quattro ambiti della vita, quando c’è armonia tra di loro e in sostanza tra chi siamo, come gli altri ci vedono, quello che facciamo della nostra vita e il contributo che diamo al mondo, allora ci sentiamo soddisfatti e appagati. E abbiamo trovato il nostro Ikigai.

Ikigai: naturalezza e spontaneità

Ognuno di noi può prendere in mano la propria vita fino a darle un significato più profondo: è molto importante sottolineare come gli atteggiamenti e i comportamenti legati al concetto di Ikigai debbano essere del tutto spontanei, non si tratta di azioni obbligate che qualcuno ci costringe a compiere, ma devono essere gesti naturali e spontanei che dipendono dai nostri desideri.

La storia di Johnny

Non sei ancora convinta? Leggi questa soria tratta dal libro 'Vivere a pieno' di Filippo Ongaro e scoprirai che tutti, compresa tu, possono trovare il proprio Ikigai.

"Johnny, per esempio, un ragazzo con la Sindrome di Down che lavora in un supermercato, è il protagonista di una storia che ha fatto letteralmente il giro del mondo. Il suo unico compito è infilare la spesa delle persone nel sacchetto alla cassa. n giorno Johnny sente qualcuno parlare di come si può fare la differenza nella vita degli altri attraverso i gesti quotidiani. Decide allora che ogni sera stamperà dei bigliettini con un pensiero del giorno da infilare di nascosto nella spesa dei clienti del suo supermercato. Pensieri semplici come “spero di rivederti presto”, “mi auguro che ti sia piaciuto fare la spesa da noi”. Poco tempo dopo, nel negozio succede l’incredibile. I dirigenti attoniti si accorgono che alla cassa dove lavora il ragazzo c’è sempre un’incredibile coda anche quando le altre sono completamente vuote. Johnny aveva fatto la differenza e aveva scoperto il suo Ikigai. Le persone erano disposte a stare a lungo in fila pur di avere il suo bigliettino e di scambiare due parole con lui".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
lifestyle/ikigai$$$Ikigai: cosa significa e come trovare il proprio
Mi Piace
Tweet