Come prenderti cura del bellissimo pesce combattente 

Il pesce combattente è perfetto per dare un tocco di vivacità all'acquario

di Silvia Menini
Credits: 

Pinterest/Viridea Garden Center

 

Se vorresti tanto un pet che ti faccia compagnia ma non vuoi l'impegno di un cane o di un gatto, la scelta di un bel pesciolino potrebbe essere l’ideale.

I pesci non richiedono troppa cura, non devono essere portati fuori per i loro bisognini, non sono rumorosi, necessitano solo di poche e semplici attenzioni. Ultimamente i pesci combattenti sono la specie preferita e maggiormente apprezzata per essere tenuta in acquario, sarà per il loro colori bellissimi molto colorati ed il costo contenuto.

Ma conosciamo meglio il nostro pesciolino.

Il Pesce combattente, o pesce Betta Splendens, è un pesce d’acqua dolce originario del sud est asiatico. I maschi sono molto appariscenti e colorati, con pinne fluttuanti di tonalità che possono variare dal blu al rosso. Le femmine invece, come in altre specie, sono meno appariscenti, con colori tra il dorato e il marrone e con pinne di piccole dimensioni. Soprattutto i primi sono perfetti per rendere la casa più colorata e infondere allegria in chi li guarda.

Carattere e convivenza

Il pesce combattente maschio ha la caratteristica di essere molto possessivo dell'ambiente in cui è e quindi non ama la compagnia di altri pesci. Per evitare che si inneschino lotte dove potrebbe anche rimanere ferito, è preferibile non mettere altri pesci nell'acquario, a meno che non si tratti di  un paio di femmine della sua stessa specie. Cosa che sicuramente apprezza.

Cure

In cattività, il pesce combattente vive solamente 2-3 anni. Se si seguono certe regole base, il pesce vivrà sano e non ci si dovrà preoccupare più di tanto. L’acqua è consigliabile che tenda all’acido, la vegetazione non deve essere troppo fitta e dovrebbe avere un substrato scuro, in modo da ricreare il più possibile il suo habitat naturale. L’acquario deve essere di almeno 80 litri e l’alimentazione molto varia: deve mangiare due volte al giorno per 6 giorni a settimana, generalmente cibo essiccato e una sola volta a settimana cibo vivo.

Prezzo

Il prezzo giusto per un maschio si aggira dai 4 ai 6 euro e dai 2 ai 4 per una femmina e si potrà scegliere anche tra una vasta serie di colore e forme delle pinne.

Come prendersi cura

Rispetto ai classici pesci rossi, il pesce combattente vive molto meno. Va tenuto isolato o con altre femmine della sua specie ma solo se l’acquario è di dimensioni adeguate. Eventuali piante (preferibilmente vere), ghiaino scuro sul fondo, e rocce, possono essere usate dal pesce combattente come rifugio per nascondersi in caso di bisogno.

Per maniere la salubrità e la purezza dell'acqua in cui farlo vivere, bisognerebbe usare una pompa per il riciclo continuo, oppure assicurarsi di cambiare l’acqua a giorni alterni, mantenendola tra i 26 e i 28°.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
lifestyle/pets/pesce-combattente$$$Come prenderti cura del bellissimo pesce combattente
Mi Piace
Tweet