I problemi di chi è nato e cresciuto negli anni ‘80

Credits:
1 8

Le chiamate dal telefono fisso

Scordatevi sms, chat, notifiche di Whatsapp e tornate con la mente a quelle temutissime telefonate dal telefono fisso: mani che sudano, cuore in fibrillazione e il terrore che a rispondere non sia la persona con cui desiderate parlare, ma un genitore con cui inizierete inevitabilmente a balbettare e a impappinarvi. Più che un apparecchio, gestivate un vero e proprio call center, fatto di orari in cui era lecito chiamare e farsi chiamare, linee che se risultavano occupate rischiavano di scatenare una crisi diplomatica e bollette paragonabili al PIL di un paese in via di sviluppo. Col senno di poi, quando ora aspettate che la doppia spunta da verde passi a blu, non vi viene da pensare che una volta le cose erano molto più semplici?

/5

Non esistevano i telefoni cellulari, Internet somigliava più a un’utopia e vedere un film al computer non era lontanamente immaginabile

Negli ultimi trent’anni la vita di ognuno di noi ha subito una radicale trasformazione tecnologica: basti pensare all’avvento dei telefoni cellulari, di Internet e dei social network.

Senza smartphone, pc e tablet, ad esempio, l'adolescenza negli anni '80 era completamente differente da quella di oggi e i nostri ragazzi probabilmente non riescono a farsi un'idea di com'era crescere in quel periodo.

A volte perciò tuffarsi in un nostalgico amarcord e ripensare a “come eravamo” è, oltre che doveroso, anche salutare: ecco perché ci siamo divertiti a stilare una lista di cose che può capire soltanto chi è nato e cresciuto in quel periodo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te