5 luoghi comuni da sfatare sulla Thailandia

Credits: Sime. Il tempio di Wat Mahathat
1 5

Bangkok è caotica e poco accogliente: FALSO

Lo Stato del sud est asiatico ricco di templi buddhisti, splendide isole e villaggi tradizionali è chiamato il Paese del sorriso. Se vuoi allinearti al mood, fai pratica con il wai, il saluto a mani giunte con inchino accompagnato dalla parola sawadee (che significa benvenuto). È un rituale al quale la gente del posto tiene molto, anche nella capitale. Avveniristica e sempre più verticale, Bangkok è un mix di templi, palafitte e grattacieli. E proprio dall’alto hai lo sguardo migliore. Se vuoi allontanarti dal traffico delle strade, il top è lo Sky Bar al 64esimo piano del Lebua Hotel dove puoi ordinare un cocktail dal bancone a isola e farti un selfie sotto la spettacolare cupola illuminata (lebua.com/sky-bar). Da brividi è anche il Vertigo Rooftop al 61esimo piano del Banyan Tree Hotel con il bar a forma di prua sospeso sulla città (banyantree.com). Meno alto ma non meno affascinante è lo Speakeasy, il locale del Muse Hotel dal favoloso stile anni Venti: la stessa ruggente e sofisticata atmosfera che si respira nelle camere e negli spazi comuni, fra cui una piscina in terrazza con vista mozzafiato (hotelmusebangkok.com, doppia da 131 euro).

/5

Ti aspetti il traffico della capitale e il silenzio dei templi. Ma nel Paese del sorriso troverai molto di più

Spiagge bianchissime che portano a un mare dall’acqua verde e turchese, templi buddisti avvolti nel silenzio e grattacieli avveniristici sempre più alti: la Thailandia è un cocktail di contrasti condito dalla cordialità delle persone che la abitano e che l’hanno resa il Paese del sorriso.

Per andare alla sua scoperta ti serve un buon itinerario che parta dalla capitale Bangkok, passi per le foreste attorno a Chang Mai a nord, e arrivi a sud fino agli atolli più incontaminati e selvaggi delle isole Similian o di Koh Lipe, la destinazione più hippy di tutto il Paese.

Di cose da fare durante il viaggio ce ne sono tantissime: puoi pedalare tra i templi e i laghetti popolati di ninfee dell’area storica di Sukhotai, concederti un massaggio tradizionale nella scuola di Wat Pho a Bangkok, nuotare con maschera e pinne tra tartarughe, coralli e pesci multicolor. Ancora ti stai chiedendo se partire verso questa meta?

Leggi qui, scoprirai che quello che sai di questo Paese del sud est asiatico è solo una piccola parte: a destinazione ti aspettano molte sorprese che valgono il viaggio.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te