Women’s circle 2015: la serata benefica a sostegno di Oxfam

  • 1 9
    Credits: Laura LaBianca

    Antonella Antonelli, fondatrice di The Circle Italia, Sabrina Donadel e Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia

  • 2 9
    Credits: Laura LaBianca

    Giovanna Mezzogiorno ha aperto Women’s Circle 2015 raccontando la storia vera di Martha Nyandit, una dei tanti profughi in Sud Sudan, che aveva una capanna e 8 capre, e ora ha davanti un difficile futuro per sé e i suoi 6 figli.

  • 3 9
    Credits: Laura LaBianca

    La serata è proseguita con altre due storie di Ahmed Mahmammad e Laureta Hodaj, anch’essi in fuga da guerre e orrori, raccontate rispettivamente da Fabrizio Gifuni e Margherita Buy.

  • 4 9
    Credits: Laura LaBianca

    Margherita Buy, ambasciatrice di Oxfam.

  • 5 9
    Credits: Laura LaBianca

    Laureta Hodaj al violino

  • 6 9
    Credits: Laura LaBianca

    Roberto Barbieri, direttore generale Oxfam, Eva Riccobono e Paolo Ruffini

  • 7 9
    Credits: Laura LaBianca

    Nina Zilli (in foto) e i Kings of Convenience hanno entusiasmato e fatto cantare, con i loro brani più celebri, tutte le persone presenti in sala. Applausi e standing ovation per tutti gli artisti, che hanno voluto mettere le loro voci al servizio di coloro che non riescono a farsi sentire, rinnovando il senso più autentico del Women’s Circle.

  • 8 9
    Credits: Laura LaBianca

    I Kings of Convenience

  • 9 9
    Credits: Laura LaBianca

    Un'immagine della serata. Sul palco: Serena Dandini

/5

Grande successo per l'evento annuale di raccolta fondi

Si è tenuto il 26 novembre presso gli East End Studios di Milano il Women’s Circle 2015: il grande evento di raccolta fondi di Oxfam Italia realizzato in collaborazione con The Circle Italia. L’evento ha permesso a Oxfam di raccogliere oltre 340.000 euro tra le quote dei partecipanti, i contributi delle aziende sostenitrici, i proventi della sottoscrizione e le offerte della pesca benefica. Grazie ai fondi raccolti Oxfam sarà in grado di liberare da fame e povertà 50.000 contadine e le loro famiglie: ad Haiti come in Ecuador o in Marocco, creando opportunità di lavoro e reddito, accompagnandole lungo tutta la filiera produttiva, dalla semina all’accesso al mercato.

La serata, che ha visto la partecipazione sul palco di Serena Dandini, Antonella Antonelli, fondatrice di The Circle Italia, e Maurizia Iachino, presidente di Oxfam, è stata presentata da Sabrina Donadel, Eva Riccobono e Paolo Ruffini, animatori della pesca benefica, che ha visto in palio premi d’eccezione.

“Ci siamo posti un obiettivo ambizioso nel 2015: sconfiggere la fame nei prossimi 15 anni, partendo dalle donne. Siamo sicuri che la rete costruita da Oxfam e The Circle Italia servirà allo scopo e il grande successo di Women’s Circle, il numero sempre crescente di alleati, partner, movimenti ne è la prova più eloquente. - ha dichiarato Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia - Ma quest’anno non abbiamo potuto dimenticare i 60 milioni di profughi che attualmente popolano il mondo, la loro condizione di bisogno, il viaggio che compiono per raggiungere l’Europa attraverso rotte, spesso mortali, come il Mediterraneo e i Balcani. Gli attentati di Parigi e Beirut non ci spaventano perché ora più che mai saremo al fianco di chi fugge da guerre, fame e orrori. Di chi è in pericolo ed è alla ricerca di un futuro. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile Women’s Circle 2015, a nome delle tante donne del mondo, dei milioni di profughi che, sono sicura, vorrebbero farlo di persona.”

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te