5 trucchi per spronarlo a parlare in pubblico 

Alcuni bambini, soprattutto i più timidi, hanno difficoltà a rispondere alle domande della maestra in classe, a parlare con gli adulti o a farsi nuovi amici

di Alessia Cogliati  - 27 Agosto 2008

Alcuni bambini, soprattutto i più timidi, hanno difficoltà a rispondere alle domande della maestra in classe, a parlare con gli adulti o a farsi nuovi amici. I genitori possono aiutarli. Manuela Trinci, psicoterapeuta dell'età evolutiva, spiega come.

Non bisogna fargli notare che stanno arrossendo, che la voce trema o le mani sudano. Si sentono osservati e la situazione peggiora.

Essere timidi non è un difetto, ma un aspetto del carattere. Meglio spiegarlo ai figli. Se, prima di parlare, si sentono in difficoltà basta dirgli di fare un bel respiro e prendersi i propri tempi.

Lasciare che ordinino la cena in pizzeria, che si presentino a un altro bambino o chiedano da soli il fumetto preferito in edicola: sono stimoli che li abituano a essere più spigliati.

Se sono grandicelli, fare i nomi di poeti che hanno sfruttato l'introversione per esprimere emozioni evidenzia il lato positivo dell'insicurezza.

Gli sport sono un antidoto perfetto per la timidezza. Sia quelli individuali che aiutano a credere nelle proprie possibilità, sia quelli di gruppo che sviluppano la capacità di socializzare.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/5-trucchi-per-spronarlo-a-parlare-in-pubblico$$$5 trucchi per spronarlo a parlare in pubblico
Mi Piace
Tweet