Analisi di un gioco: gli Invizimals 

di Isabella Fava  - 22 Maggio 2010

Lo sapevate? Le nostre case pullulano di piccoli mostricciattoli colorati, invisibili all'occhio umano!

Con la Playstation Portable si possono però catturare.

E' questo il presupposto di Invizimals, il videogioco che si avvale di una particolare tecnologia, la realtà aumentata. In pratica: solo attraverso la telecamera della Psp si possono vedere i mostri. Ma non subito. Lo scopo del gioco è proprio andarli a cercare in giro per casa. Una vera caccia al tesoro moderna.

: "I bambini sono attratti dagli Invizimals perché, come loro, sono creature in continua evoluzione: crescono, si trasformano, cambiano dimensione." dice Anna Antoniazzi, ricercatrice di Letteratura per l'infanzia e autrice di Labirinti elettronici (Apogeo). "C'è di più. I bambini riescono a cogliere particolari nella realtà che il nostro occhio distratto non riesce più a percepire. Il gioco può servire da allenamento verso percorsi di scoperta non scontati"

No: Il limite del gioco? Come altre forme ludiche, considera la forza e il combattimento le uniche prerogative per evolvere

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/analisi-di-un-gioco-gli-invizimals$$$Analisi di un gioco: gli Invizimals
Mi Piace
Tweet