Sport all'aria aperta: l'equitazione 

di Isabella Colombo  - 15 Aprile 2010

Eletta, la protagonista di Un cavallo per amico, il libro di Angelo Petrosino (Piemme, 8 euro), è una ragazzina molto timida.

Riesce ad aprirsi soltanto quando sale in groppa al suo amato destriero.

«Sì, galoppare è lo sport più adatto ai bambini che faticano a manifestare le proprie emozioni» spiega Pietro Gandini, medico dello sport. «Perché il rapporto con il cavallo sviluppa la sfera affettiva e insegna ad avere carisma».

A patto però di stabilire delle regole.

Cosa fare - Prendere confidenza con il cavallo è il primo passo. A differenza degli altri sport, questo non ha a che fare con uno strumento ma con qualcosa di vivo! «L'importante è non avere paura» afferma l'esperto. «E infatti i bambini hanno il primo approccio con i pony, che sono proprio a loro "misura"».

Cosa non fare - «È meglio non cavalcare prima dei 10 anni» raccomanda Gandini. «Il movimento incide molto sulla colonna vertebrale e sul bacino. Ecco perché è bene attendere che lo scheletro sia formato». Solo dopo questa età l'equitazione regalerà una postura perfetta.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Bambini/analisi-di-uno-sport-l-e2-80-99equitazione$$$Sport all'aria aperta: l'equitazione
Mi Piace
Tweet