Bambini obesi: il cuore è a rischio 

L'ideale è individuare il problema a 4-6 anni: la mamma deve far pesare e misurare il bimbo ogni 6 mesi dal pediatra, che verificherà la crescita secondo precise tabelle

di Alessandro Pellizzari  - 27 Agosto 2008

I bambini obesi o in sovrappeso rischiano il 30 per cento in più di avere, da adulti, problemi di cuore. Lo rivela un nuovo studio pubblicato sul New England Journal of Medicine.

«Ma i rischi si abbattono se si fa una diagnosi precoce» spiega Claudio Maffeis, pediatra. «L'ideale è individuare il problema a 4-6 anni: la mamma deve far pesare e misurare il bimbo ogni 6 mesi dal pediatra, che verificherà la crescita secondo precise tabelle».

Già, perché la ricerca dimostra che i genitori sottostimano il peso dei loro figli, sempre solo "un po' cicciottelli".

Che fare quindi? «Riparare gli errori dietetici, a partire dalla prima colazione, se povera o inesistente» consiglia Carlo Rotella, presidente della Società Italiana Obesità, che lancia con Kellogg's il progetto "Prima la colazione".

«Marmellata, yogurt, latte, frutta e cereali sono perfetti: per permettere di creare così un mix diverso ogni giorno». Ancora qualche regola. «Attenzione ai cibi troppi grassi, alle bibite zuccherate e alla scarsità di frutta e verdura, fondamentali» conclude Claudio Maffeis.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/bambini-obesi-il-cuore-e-a-rischio$$$Bambini obesi: il cuore è a rischio
Mi Piace
Tweet