Come parlare della morte ai bambini 

Ai bambini bisogna sempre dire la verità. Anche quando l'argomento è doloroso e difficile come la morte. Basta scegliere le parole giuste

di Paolo Landi  - 14 Ottobre 2008

La perdita di una persona cara è uno dei momenti più difficili da affrontare con i figli, soprattutto se piccoli. Nella nostra società c'è un tale desiderio di rimozione della morte che si è persa la capacità di parlarne.

La morte ci circonda, ma siamo abituati a vederla nelle immagini dei tg e finisce per sembrarci lontana. Quando ci tocca da vicino, nella quotidianità e nei nostri affetti più cari, non siamo quasi mai preparati ad affrontarla nel modo giusto.

Sì, c'è un modo "giusto" di parlare della morte di una persona cara a un bambino. Il primo istinto sarebbe quello di proteggerlo dal dolore. Non facciamo altro che difendere i nostri figli da ciò che crediamo causi loro uno choc e poi li lasciamo liberi di sperimentare altre forme più subdole di violenza. La morte va bene sul videogioco e in tv ma va mascherata o rimossa quando ci sfiora davvero.

«Preferisco che ricordino la nonna da viva» è l'alibi che ci dispensa dall'affrontare un discorso impegnativo con i figli. Così, il giorno della morte o del funerale li teniamo lontani: crediamo di sollevarli dal peso del dolore, invece, provochiamo loro solo un'angoscia maggiore.

Mai minimizzare. Se della morte non si parla, se resta un tabù, se i discorsi si fanno evasivi e le domande non hanno risposta, un bambino elaborerà a modo suo quella perdita, tra sensi di colpa e crisi di abbandono.

Il professor Francesco Campione del Dipartimento di Psicologia all'Università di Bologna che da anni lavora su questi temi ha inaugurato questo mese un servizio psicologico gratuito che dà indicazioni e sostegno ai bambini in lutto e per le loro famiglie (tel. 051 552314 o 3386071342). Perché è importante saper dire sempre la verità ai bambini. Certo, occorre un linguaggio appropriato, ma non si deve mai nascondere un evento triste come la morte di una persona cara.

Soltanto vivendolo insieme, e condividendo il dolore, solo ricordando i momenti belli di quando la persona cara era in vita e trasformando la pena in nostalgia, gli eviteremo lo stress del contatto con l'ignoto che la morte sempre provoca.

Ci sono libri che parlano di questo problema e fiabe per i più piccoli. Studiosi e psicologi come Francesco Campione, Donna Schuurman (autrice di Mai più come prima, Armando editore) hanno risposte per chi vuole sentirsi meno estraneo alla morte e imparare ad accettarla quando arriva.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/come-parlare-della-morte-ai-bambini$$$Come parlare della morte ai bambini
Mi Piace
Tweet