Dal triciclo alla bici. È ora? Dipende 

Con le ginocchia sfiora ormai lo sterzo del triciclo e papà non vede l'ora di mettere il suo piccolo ciclista su due ruote: sarà pronto?

di Isabella Colombo  - 28 Maggio 2009

«Con la bicicletta, il bambino accresce la sua autonomia e potenzia le capacità motorie» spiega Sergio Conti Nibali, medico dell'Associazione culturale pediatri. «È per lui un passaggio molto importante, delicato, e per questo è bene verificare che sia davvero pronto».

Da consumato esperto del triciclo il piccolo ormai pedala anche all'indietro e, in curva, "impenna" su due ruote. È ora di passare alla bici. «Ovviamente con le rotelle. Così il bambino farà le sue prove di equilibrio in tutta sicurezza. Lui stesso, quando sarà più grande e si sentirà sicuro, chiederà di togliere i supporti» consiglia Sergio Conti Nibali, pediatra.

Davanti alla nuova bici fiammante il piccolo si mostra poco entusiasta? «È meglio non insistere: ha bisogno di acquisire più sicurezza in se stesso. Idem se, una volta in sella, comincia a "sfarfallare" pericolosamente con lo sterzo» consiglia infine l'esperto.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/dal-triciclo-alla-bici-e-ora-dipende2$$$Dal triciclo alla bici. È ora? Dipende
Mi Piace
Tweet