• Home -
  • Mamme-
  • Bambini-
  • Gli equilibristi: padri separati in cerca di equilibrio? Tu, hai visto il film? cosa ne pensi?

Gli equilibristi: padri separati in cerca di equilibrio? Tu, hai visto il film? cosa ne pensi? 

Gli equilibristi: padri separati e figli molto amati. Tu, hai visto il film?

di Ignica  - 05 Ottobre 2012

Gli equilibristi è un film che fa bene. Commuove e fa pensare. Fa pensare alla condizione di mamme, di papà separati, ai figli, a quanta energia ed equilibrio ci vogliano per andare avanti (e non indietro) tutti i giorni della vita.

Ivano De Matteo ci racconta cosa succede a Giulio, quarantenne, quando la sua condizione cambia da quella di padre di famiglia presente e affettuoso, in quella di padre separato.

Giulio esce di casa dopo aver tradito la moglie e dopo che lei lo invita ad andarsene - perché non riesce più “ad andare avanti così” . Del tradimento lo spettatore saprà poco o niente: quanto è durato, come è avvenuto, cosa ha portato Giulio a tradire... Si capisce solo che per il marito, il tradimento è stato una cosa capitata così,  solo un’avventura che come è cominciata, così è finita. Per la moglie no, il tradimento consumato dal marito è qualcosa che non le permette più di continuare allo stesso modo.

Giulio però sconta tutta la sua pena. La miseria morale e materiale in cui piomba il padre (Valerio Mastrandea), è quella condivisa nella realtà da tanti altri padri separati: è quella di chi uscito di casa, non ha più i mezzi economici sufficienti per soddisfare i suoi bisogni primari e quelli della sua famiglia.

Gli equilibristi racconta anche che quando un marito tradisce la moglie (o viceversa), il tradimento riguarda tutti, non solo il padre e la madre.

Quando si tradisce (lui), o quando non si riesce ad andare oltre (lei, la mamma-moglie), si colpiscono tutti i membri della famiglia. Tradire e gestire un tradimento, non è una cosa che riguarda solo gli adulti genitori: si colpiscono anche i figli e un equilibrio.

Qui saranno proprio i figli, con il loro modo di guardare la vita, di essere ancora curiosi, nel senso di mettere cura nelle cose e di cercare l’essenziale, che risveglieranno una madre stanca e disillusa, che sembrava non avere più nulla da mettere in questa relazione, e a ridare un po’ di fiducia al padre. Per andare avanti, per andare oltre.

Tu hai visto il film? Cosa ne pensi? Dì la tua e partecipa al nostro sondaggio

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/gli-equilibristi-padri-separati$$$Gli equilibristi: padri separati in cerca di equilibrio? Tu, hai visto il film? cosa ne pensi?
Mi Piace
Tweet