I bambini su Internet... fanno rete! 

Tenere fuori i nostri figli da Internet è preistoria. Non a caso nascono siti studiati per loro. Monitorati, però, da mamma e papà

di Isabella Fava  - 27 Agosto 2008

C'è una piccola rivoluzione in Internet, e riguarda i più piccini. Si chiama MyPage.it  ed èun sito che permette a chi ha dai 5 anni in su di creare la propria pagina web scegliendo sfondo, giochi, pupazzi, suoni e video.

Una novità nel panorama dei siti per bambini. In Rete se ne trovano tanti, belli, interessanti. Ci sono quelli che insegnano a conoscere gli animali o i misteri dello spazio,che aiutano a imparare l'inglese. Quelli dedicati ai personaggi dei cartoon o della musica.

Spesso con un difetto: «Sono realizzati come la versione per Internet del libro o della tv» dice Lorenzo Dell'Uva, "papà", con Giuseppe D'Arpino, di MyPage.it. Pensati prendendo a modello la Rete dei grandi perché, «dopo secoli che hanno esaltato la differenza tra adulto e bambino, oggi c'è la tendenza a fare dei bambini dei "piccoli adulti" e Internet può essere una tappa di questo processo» spiega Peppino Ortoleva, studioso di storia e teoria dei mezzi di comunicazione.

MyPage.it è invece 2.0: la versione più avanzata di Internet che permette di "giocare" con la Rete. In pratica, i bimbi hanno una pagina su cui mettere le mani come su un foglio bianco. Per questo MyPage.it ricorda il MySpace degli adulti.

Con una differenza: se MySpace è un social network dove si entra in contatto con gente nuova, My- Page è "chiuso", sicuro, perché è pensato per i bambini di oggi «che la loro vita sociale ce l'hanno già: a scuola, in palestra, con gli amici» dice Dell'Uva. «Ma uno spazio su Internet, proprio come mamma e papà, lo vogliono anche loro». Non c'è da stupirsi: per chi è nato nel Duemila la Rete è una realtà,con cui i genitori devono fare i conti.

Sono pronti? «Ci sono vari motivi di diffidenza verso il web rivolto ai bambini» dice Ortoleva. «Dal timore della pedofilia ai problemi legati all'accesso al pc e alla Rete ». Per eliminare i brutti incontri MyPage.it,come altri siti per bambini, ha il parental control: mamma e papà possono monitorare l'attività online dei figli.

Mentre Wildwebwoods.eu  o Tiseiconnesso.it  insegano addirittura ai ragazzi a riconoscere i pericoli. La grande sfida adesso è un'altra: saper elaborare davvero contenuti per bambini e non per "piccoli adulti". E MyPage.it è solo l'inizio.

LEGGI IL DOSSIER     Guida alla sicurezza della famiglia digitale

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Bambini/i-bambini-su-internet-fanno-rete$$$I bambini su Internet... fanno rete!
Mi Piace
Tweet