"Eh no, vestito così non esci" 

Chi non ha mai detto questa frase al proprio figlio? Perché, tra jeans deformi, scarpe senza lacci e piercing, l'abbigliamento scatena spesso la guerra

di Paolo Landi  - 10 Maggio 2009

Gli adolescenti spesso si vestono in modi che sconcertano gli adulti, genitori inclusi. E con il cambio di stagione lo shopping può provocare grossi scontri familiari. Che deve fare un padre disperato perché il figlio va a scuola con i jeans che spazzano il pavimento, le scarpe senza lacci, la T-shirt a maniche corte sopra il pullover?

I ragazzi vedono ancora nell'abbigliamento una forma di libertà. Il paradosso è che si sentono tanto più liberi quanto più somigliano ai coetanei. È come se la società avesse bandito ogni forma di originalità, convincendo la massa degli adolescenti che essere "contro" le regole vuol dire conformarsi a un unico codice. Tutti con il piercing, tutti con i capelli bicolore, tutti con le scarpe senza lacci.

Quando le forme di "rivolta" adolescenziale si sottomettono ai diktat della moda si fa strada un conformismo triste, da gregari e deboli che si sentono forti soltanto perché si riconoscono tra loro.

L'arte del compromesso

Il dialogo con un figlio adolescente dovrebbe in ogni caso partire da esempi di veri anticonformisti. I ragazzi ascoltano anche quando sembrano ignorarti e l'energia che un genitore mette nello spiegare che chi ha contato davvero nella storia delle idee non ha dato mai troppa importanza al vestito, può fare la differenza nel comportamento futuro di un figlio.

Quella dell'abbigliamento-contro è solo una fase, ma è delicata e occorre intensificare il dialogo, invece di denigrare o deridere le scelte personali. È importante capire il loro bisogno di essere "come gli altri", senza però rinunciare a porre qualche limite. Per esempio: abbigliamento "decente" per la scuola ma libero per uscire con gli amici; sì ai jeans oversize, ma no ai capelli blu e verdi; arginare la frenesia consumistica se i cassetti scoppiano e non cedere alle suppliche per finanziare l'ennesima T-shirt con scritte improbabili.

Infine, imporre ai figli di finanziarsi gli acquisti più voluttuari, magari facendo qualche lavoretto, invece di dare il tormento alla nonna perché allunghi 50 euro fuori programma.

 

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Bambini/il-look-degli-adolescenti-e-i-problemi-con-i-genitori-eh-no-vestito-cosi-non-esci2$$$"Eh no, vestito così non esci"
Mi Piace
Tweet