Pierino la peste! 

di Isabella Fava  - 22 Maggio 2010
Tag: educazione

Ogni cosa che fa è una tragedia. Corre per casa e rovescia il vaso della nonna, gioca con i compagni e li butta a terra. A scuola non sta mai fermo e colleziona note su note.

Ormai per tutti è Pierino la peste, additato come un male da evitare.

Inutile dire che mamma e papà si preoccupano e non sanno più a chi rivolgersi.

Cosa fare: Prima di tutto bisogna distinguere "Un bambino vivace non è cattivo. I danni che provoca non li fa consapevolmente" dice Silvia Vegetti Finzi, docente di Psicologia dinamica all'Università di Pavia. "Costretto al banco per otto ore al giorno, un bambino ha bisogno di muoversi.

Consiglio di farlo giocare all'aperto: in cortile, al parchetto. O, in alternativa, di iscriverlo in piscina, a calcio o a basket. Attività dove possa sfogare la sua iperattività.

Cosa non fare: E' sbagliato colpevolizzarlo. "Schiacciandolo nel ruolo del Pinocchio, si rischia di dargli un'immagine negativa di sé che può danneggiare la sua autostima" dice la psicologa "Meglio trovare un modo per aiutarlo, anche parlando con gli insegnanti e gli allenatori"

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Bambini/pierino-la-peste$$$Pierino la peste!
Mi Piace
Tweet