Sfuriate in famiglia. Davanti ai figli?  

Anche nelle coppie più collaudate, ogni tanto, può scoppiare una lite. Ma è giusto discutere in presenza dei figli? Ecco come comportarsi

di Maria Adele De Francisci  - 07 Gennaio 2009

Anche nelle coppie più collaudate, ogni tanto, può scoppiare una lite. «Non sempre è una cosa negativa, anzi, può essere funzionale alla stabilità della coppia» dice Donatella Guidi,  psicoterapeuta della famiglia. Ma è giusto discutere in presenza dei figli? Ecco come comportarsi.

«Una sana discussione è utile per un bambino: capirà che, nella vita, il conflitto esiste» spiega Lucia Carli, docente di Psicologia dello sviluppo all'università di Milano Bicocca. «Osservando i contrasti dei grandi potrà imparare, a sua volta, come gestire e risolvere le liti con i coetanei,  sia nell'infanzia sia nella fase critica dell'adolescenza» aggiunge la psicologa.

«In presenza del bambino è sbagliato usare toni forti o violenti: potrebbero traumatizzarlo» dice la psicologa Lucia Carli.

«Durante una lite, infatti, bisognerebbe fermarsi in tempo, prima che degeneri, spaventando così il bambino. A maggior ragione se mamma e papà gli chiedono di prendere le parti di uno dei due o gli fanno confidenze negative sull'altro genitore. Mai metterlo in mezzo».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Bambini/sfuriate-in-famiglia-davanti-ai-figli2$$$Sfuriate in famiglia. Davanti ai figli?
Mi Piace
Tweet