Quando il bebè dorme nella sua cameretta 

I primi mesi di vita di un bambino sono i più delicati ed è normale che molti genitori decidano di farlo dormire nella loro stanza. Ma quando ha 5 mesi è pronto per dormire in una camera tutta sua

di Maria Adele De Francisci  - 25 Ottobre 2008

I primi mesi di vita di un bambino sono i più delicati ed è normale che molti genitori decidano di farlo dormire nella loro stanza. «Ma quando ha 5 mesi è pronto per dormire in una camera tutta sua» dice Cristina Riva Crugnola, docente di Psicologia dello sviluppo all'università di Milano Bicocca.

Per facilitare il distacco, però, ci vuole un percorso graduale. Ecco una piccola guida.

 

Le ore prima della nanna devono essere all'insegna del relax. Perché, se va a letto agitato, farà più fatica a separarsi dalla mamma.

 

«È importante mantenere un contatto fisico con il bambino mentre si sta per addormentare» spiega Riva Crugnola. «Cullatelo e raccontategli una fiaba. Prenderà sonno senza accorgersene, senza sentirsi abbandonato».

 

Mettetegli accanto il peluche preferito o una bambola. Gli psicologi li chiamano "oggetti transizionali": lo consoleranno, aiutandolo a soffrire meno per il distacco dai genitori.

 

Lasciate la porta della sua stanzetta aperta e una piccola luce accesa: se si sveglia nel cuore della notte, non si sentirà disorientato.

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Fino-a-3-anni/come-si-comincia-a-lasciarlo-dormire-da-solo$$$Quando il bebè dorme nella sua cameretta
Mi Piace
Tweet