Dieci strategie conVincenti per conquistare i piccoli a tavola  

Molte mamme  vorrebbero educare i propri figli a corrette regole e abitudini alimentari, ma spesso incontrano grosse difficoltà create proprio dalla mancata disponibilità degli stessi bambini. Come fare allora? Non basta conoscere quali cibi sono più adatti per un sano sviluppo, ma è importante anche sapere quali strategie adottare per raggiungere lo scopo. Ecco elencate 10 piccole, ma preziose 'pillole', utili per conquistare i propri figli a tavola.

 - 30 Settembre 2009

Porre maggiore attenzione agli spuntini che si propongono: se vengono offerte ai propri figli merende con gusti molto decisi, arricchiti di esaltatori di sapidità, come il glutammato monosodico o con sapori dolcissimi come lo sciroppo di glucosio, si abitueranno a gusti molto intensi , e in questo modo difficilmente si riuscirà a far apprezzare il sapore più delicato di cibi come la sogliola e la minestra.

Evitare  strategie pericolose: nel tentativo di aumentare l'appetenza dei bambini spesso vengono proposti  a tavola cibi troppo ricchi di grassi o parecchio salati (come alimenti impanati già pronti o fritti o ancora molti affettati). Questo tipo di strategia è diseducativa perché potrebbero far acquisire modelli alimentari scorretti.

Evitare spuntini ipercalorici: se i due spuntini della giornata sono troppo ricchi  si rischia di arrivare al pasto successivo con poco appetito. Tutto questo spesso frena il bambino nell'assaggiare cibi che gradisce di meno, come le verdure  ed il pesce, scatenando facili capricci .

Eliminare da casa bevande zuccherate: se sono in casa è più facile il consumo frequente, favorendo così l'aumento di peso e la perdita dell'appettito.

Dare l'esempio: se i genitori seguono sane e corrette abitudini alimentari, i bambini acquisiscono più facilmente modelli equilibrati.

Nascondere gli alimenti meno amati: pesce, legumi e verdure a foglie sono cibi che spesso incontrano resistenza da parte dei bimbi e ragazzi ma spesso è sufficiente prepararli sottoforma di tortini o polpette per "ingannarli". Cotti al forno formano quella "crosticina" sempre apprezzata da tutti.

Esaltare il colore: quando le verdure sono cotte al vapore o saltate in padella mantengono più vivi il loro colore, rendendole più accattivanti a tavola.

Cucinare insieme: per rendere più allettante il cibo, si può provare a coinvolgere il bambino nella preparazione di questo, in tal modo li mangerà più volentieri e imparerà a prepararli.

Preparare il cibo con fantasia: soprattutto quando si preparano dolci casalinghi è bene usare formine che possono rendere più piacevole alla vista il prodotto, magari con forme come piccoli plum cake e crostatine o piccoli muffins.

Educare a masticare: la masticazione aiuta a percepire meglio il gusto  e favorisce la digestione, evitando in questo modo un calo dell'attenzione dopo il pranzo.

 

Dott.ssa Serafina Petrocca

Nutrizionista a Torino  Specialista in Scienza dell'Alimentazione.

Serafina Petrocca,  nutrizionista a Torino,  specializzata presso la facoltà di medicina e Chirurgia dell'Università di Pavia in Scienza dell'Alimentazione. Pubblicista, collabora con la rivista del gruppo Mondadori "Starbene", con associazioni nazionali come la LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori) della sezione di Brescia. Ha realizzato diverse pubblicazioni di educazione alimentare di carattere divulgativo per associazioni e comuni. Autrice di numerosi libri di alimentazione e benessere.

Per altre informazioni: www.serafinapetrocca.com

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Fino-a-3-anni/dieci-strategie-convincenti-per-conquistare-i-piccoli-a-tavola2$$$Dieci strategie conVincenti per conquistare i piccoli a tavola
Mi Piace
Tweet