Gattonare? È proprio una gran fatica 

C'è chi inizia a sette, chi aspetta fino a nove mesi di vita. Tutti i bambini, però, prima di camminare, cominciano a muoversi a quattro zampe

di Silvia Calvi  - 23 Dicembre 2009

«Non c'è un'età precisa: si può gattonare a età diverse. Dipende dal Dna, come per l'inizio della dentizione» spiega Rodolfo Tavana, ortopedico e medico dello sport.

«Certamente, passare da una posizione statica, sdraiata, alla camminata a quattro zampe implica un bello sforzo di muscoli e scheletro. Ma è un passaggio fondamentale per sviluppare il senso dell'equilibrio e la forza necessaria per muovere, più tardi, i primi passi».

L'importante è non forzare le cose. Anche se il bambino fa fatica, ha le ginocchia arrossate e sbuffa per lo sforzo, non lo si deve prendere per le manine e farlo stare in piedi. «Anticipare la posizione eretta è un errore» continua l'esperto. «Fino a quando il bambino non prova da solo, vuol dire che i suoi muscoli e le sue ossa non sono ancora pronti».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Fino-a-3-anni/gattonare-e-proprio-una-gran-fatica2$$$Gattonare? È proprio una gran fatica
Mi Piace
Tweet