Il bambino ha la tosse? No ai farmaci da banco prima dei 4 anni 

Il piccolo ha la tosse o il naso chiuso? Via libera ai farmaci da banco solo se li prescrive il pediatra. Alcuni, infatti, possono avere effetti collaterali, soprattutto se il bimbo ha meno di 4 anni

di Alessandro Pellizzari  - 06 Febbraio 2009

Il piccolo ha la tosse o il naso chiuso? Via libera ai farmaci da banco solo se li prescrive il pediatra. Alcuni, infatti, possono avere effetti collaterali, soprattutto se il bimbo ha meno di 4 anni. «Sono medicinali quasi tutti testati sugli adulti, e poi "adattati" ai piccoli, diminuendo la dose» spiega Anna Cesa Bianchi, pediatra.

«Se si sbaglia dosaggio, c'è il rischio che il piccolo abbia delle alterazioni del battito cardiaco (gocce per il naso) o un eccessivo sopore (sedativi antitosse) e accumulo di catarro. E ancora. Mai dare due farmaci insieme, a meno che non lo dica il medico».

Che fare allora? Il paracetamolo (fra i più sicuri) va bene solo se la febbre supera 38,5°. Sì, invece, alle spugnature fredde su braccia, testa, gambe. Per stappare il naso, ci vuole la soluzione fisiologica o l'apparecchio che aspira il muco.

Attenzione poi a non coprire troppo il piccolo: respirerà peggio. Se ha tosse, deve bere di più, ma va diminuita la dose di latte e latticini, che aumentano il catarro.

E dopo i 2 anni, sì a 3 cucchiaini di miele al giorno, ottimo sedativo della tosse, scegliendo fra timo, tiglio ed eucalipto.

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Fino-a-3-anni/il-bambino-ha-la-tosse-no-ai-farmaci-da-banco-prima-dei-4-anni2$$$Il bambino ha la tosse? No ai farmaci da banco prima dei 4 anni
Mi Piace
Tweet