Vestire il bebè 

Sembra fatto di porcellana e la paura di "romperlo" ti paralizza: ecco qualche indicazione per mettergli i primi indumenti e tenerlo in braccio senza ansie

di Laura D'Orsi  - 12 Maggio 2008

Le prime volte vestire un neonato sembra un'impresa. Le gambine e le braccia si muovono a scatti oppure stanno rigide, la testa non sta dritta e nemmeno la schiena. Per semplificare le cose, occorre scegliere indumenti semplici, con aperture per il collo e le mani larghe e con poche allacciature.

Ideali sono i coprifasce con abbottonatura sul dietro: si infilano le maniche al bambino steso a pancia in su, poi si mette il piccolo prono e si abbottona. Se sei alle prese con una tutina, infila prima i piedi, poi le maniche, poi gira il piccolo a pancia in giù e chiudi i bottoni.

Un trucco: anziché far passare le braccia per tutta la lunghezza delle maniche, arrotola la manica stessa, infila la tua mano nell'apertura, afferra quella del piccolo e tira la manica.

E adesso che è vestito niente di meglio di una passeggiata in braccio alla mamma.

Come tenerlo? A parte la classica posizione della "mamma che allatta", più adatta nella fase di addormentamento, al piccolo piace molto quella in verticale: sostieni con un braccio il suo sederino e con una mano la testa appoggiata sulla tua spalla. Ci sono alcuni bambini che gradiscono molto stare a pancia in giù appoggiati sull'avambraccio della mamma o del papà. Quando vedi che il bambino è sul punto di addormentarsi, lentamente adagialo nella culla.

Ricordati che per una nanna tranquilla, ma soprattutto sicura, si devono seguire alcune regole che riducono il rischio della Sids (dall'inglese Sudden Infant Death Syndrome, ossia sindrome di morte improvvisa del bambino). Nei paesi in cui sono state applicate, la sindrome si è ridotta notevolmente. In pratica si deve far dormire il bambino sulla schiena e senza cuscino, non tenere il bambino in ambienti dove si fuma e non coprirlo troppo (la temperatura ideale è intorno ai venti gradi). Inoltre evita di mettere nella culla giocattoli o peluche (per scongiurare il rischio di soffocamento).

E se una volta messo nella culla il piccolo si mette a piangere, prova a sederti vicino a lui e ad accarezzargli la testina senza prenderlo in braccio. Forse si sente solo e ha bisogno di rilassarsi e tranquillizzarsi un po' prima di entrare nel mondo dei sogni.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Fino-a-3-anni/vestire-il-bebe$$$Vestire il bebè
Mi Piace
Tweet