Voglio le scarpe della mia amica 

Che imbarazzo se la piccola pretende le ballerine della compagna di giochi... Come rispondere ai capricci delle nostre bimbe

di Laura D'Orsi  - 11 Maggio 2005

Finalmente è riuscita a infilarsi le scarpette rosa della sua amica. Ora, però, non le vuole più restituire alla legittima proprietaria. Una situazione che si verifica spesso, tra l'imbarazzo delle mamme che non sanno bene come convincere la figlia a non avanzare pretese impossibili. E poi perché le scarpe, e non una bambola, scatenano una passione così grande in una bambina di tre anni? «Già a quest'età, l'aspetto estetico è importante» dice Paola Federici, psicoterapeuta dell'età evolutiva.

«Se la piccola vede belle le scarpe di un'altra, è normale che le voglia a tutti i costi. Anche lei vuole sentirsi attraente e ammirata come l'amichetta». C'è di più: proprio quel modello le può servire per diventare la protagonista di una fiaba. Intorno ai tre anni, infatti, soprattutto una femmina passa ore a travestirsi e a fare il gioco delle parti. Qui, il costume più importante è la calzatura perché definisce bene il tipo di personaggio in cui si identifica. Basta, infatti, indossare le décolletée con il tacco della mamma per sentirsi subito grande. E un paio di ballerine rosa possono trasformare una bimba in una leggiadra danzatrice o in una bellissima fatina.

«E non sono certo frasi del tipo: "Domani te le compero uguali" o "La prossima volta la tua amica te le fa provare di nuovo" che possono convincere una bambina che sta sognando a occhi aperti» dice Nives Dinelli, psicoterapeuta dell'età evolutiva. «A quest'età conta soddisfare il desiderio del momento. Poco importa se le calzature sono della compagna: fino a cinque anni, circa, non si ha un'idea precisa della proprietà. Se una cosa diverte, la si prende e basta».

Meglio invece usare la fermezza: le scarpine vanno restituite e pazienza se saranno strilli. Queste delusioni passano da sole, appena la bimba riuscirà a consolarsi con un altro gioco. Allora le si potrà spiegare che, come lei, tutti si affezionano alle proprie cose e che è giusto rispettare questo sentimento. Ma anche solo dirle: «Ti piacerebbe se qualcuno ti portasse via il tuo giocattolo preferito, dicendo che è suo?» può essere più convincente di mille parole.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Fino-a-3-anni/voglio-le-scarpe-della-mia-amica$$$Voglio le scarpe della mia amica
Mi Piace
Tweet