17 ragazze: 17 ragazze, dello stesso liceo, restano incinte 

17 ragazze: la storia vera di 17 ragazze dello stesso liceo che decidono di restare incinte, tutte insieme

di Ignica  - 02 Aprile 2012

17 ragazze: un film bello e duro. Delphine e Muriel Coulin raccontano con grazia e leggerezza, ma grande incisività, una storia ispirata ad una vicenda realmente accaduta, quella di diciassette ragazze, dello stesso liceo, che prendono una decisione eclatante: rimanere incinte tutte insieme, nell’arco di poche settimane. Ci provano, ci riescono, e portano avanti le loro gravidanze, condividendo visite ostetriche, ecografie, ginnastica in acqua.

La gravidanza “tutte insieme” diventa per le ragazze un gioco provocatorio: che ha qualcosa di un gesto d’amore, molto di un gesto di ribellione, ma che le ragazze vivono come una scelta di libertà: decidendo di restare incinte tutte insieme, le ragazze sanciscono un patto che sembra loro l’unica via, per uscire dal vuoto di prospettive e di affetto in cui sentono di vivere.

Il vero protagonista di 17 ragazze è il vuoto educativo dei genitori: quasi non si vedono e non si sentono. Compaiono poco e sono figure un po’ affrante e incattivite, che sembrano non saper trasmettere amore, cura, educazione e rispetto. O almeno, non quello che le 17 ragazze vorrebbero.

Il vuoto educativo dei genitori è colmato dal gruppo, vissuto come aggregatore che conferisce identità: un territorio aspro, in cui regnano emulazione, sodalizio, disillusione e affetto. Le adolescenti del gruppo, tutte straordinarie attrici, sembrano acquistare dignità, significato ed importanza, solo restando incinte ma tutte quante e tutte insieme.

17 ragazze va visto, perché fa riflettere. La storia è realmente accaduta: i genitori sono figure assenti, i maschi del gruppo privi di carattere, le ragazze molto sole... lasciate in balia della loro adolescenza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/17-ragazze$$$17 ragazze: 17 ragazze, dello stesso liceo, restano incinte
Mi Piace
Tweet