Una pelle di seta con il pancione 

È facile avere una pelle di seta con il pancione: cere a freddo, epilatori high tech e creme sono soluzioni sicure. A prova di capillari fragili

di Gabriella Fassina  - 25 Maggio 2012

La produzione di estrogeni aumenta, i peli crescono più deboli e più lentamente: ecco perché in gravidanza la depilazione è semplice e veloce.

Richiede però qualche attenzione.

La pelle diventa ipersensibile e sulle gambe, già affaticate dal peso corporeo, possono comparire i capillari. «Per non metterli in evidenza consiglio metodi delicati, e non la cera a caldo, che stressa troppo la pelle» spiega Miriam Cesena, estetista esperta in trattamenti per donne in attesa. «La gravidanza, così come l’allattamento, non è il momento adatto neppure per iniziare un ciclo di luce pulsata o di laser che rischiano di lasciare macchie.

Nessun problema, invece, con la cera a freddo o le strisce già pronte, da scaldare tra le mani. Lo strappo è più dolce ed evita di irritare i capillari».

Un’ottima alternativa, durante i nove mesi, è l’epilatore elettrico, che elimina i peli senza traumatizzare la pelle. I modelli di nuova generazione, inoltre, sono in grado di catturare anche quelli lunghi pochi millimetri, quindi non c’è bisogno di aspettare la ricrescita (anzi, più i peli sono corti, meno aggressiva sarà l’operazione).

Molte future mamme usano la crema depilatoria. «Le formule sono sicure» conferma l’esperta «ma per non irritare la pelle è meglio testare il prodotto su una piccola zona 24 ore prima. Altra possibilità è la mousse all’olio di argan, delicata e adatta anche alla zona bikini».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Gravidanza/depilazione-gravidanza-2012$$$Una pelle di seta con il pancione
Mi Piace
Tweet