Le ecografie in gravidanza 

Vedere il proprio bambino quando è ancora in formazione, dentro al pancione, è un’esperienza bellissima per le mamme ed i papà. Ma come si fanno e quante sono le ecografie raccomandate nel corso di una gravidanza? Scopriamo insieme qualcosa di più.

 - 07 Ottobre 2011

L’ecografia è un esame non invasivo, né doloroso o in qualche modo pericoloso, che permette di “guardare” dentro la pancia della futura mamma.

Dopo aver cosparso la pancia con un particolare gel, il medico vi poserà un’apposita sonda che emette delle onde sonore a bassa energia, gli ultrasuoni, che attraversano la pancia della mamma, incontrano la placenta ed il feto, e producono un suono. Il suono viene tradotto in un’ immagine che verrà proiettata su uno schermo.

Spesso le immagini che si vedono proiettate sullo schermo sono di difficile comprensione per il papà e la mamma che le guardano, ma il medico che si occuperà di voi sarà perfettamente in grado di distinguere i  vari organi del feto, il cranio, le manine, il cuore e via dicendo. La funziona dell’ecografia, infatti, è proprio quella di guardare dentro la pancia della futura mamma e verificare che ci sia un corretto accrescimento del feto, in base all’epoca gestazionale, nonché a rilevare alcune eventuali malformazioni.

Secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, le donne che conducono una gravidanza definita “a basso rischio” (ovvero senza particolari problemi di salute della mamma individuati sulla base dell’anamnesi patologica ed ostetrico ginecologica remota ed attuale, come l’obesità o un’età superiore ai quarant’anni) non dovrebbero effettuare più tre ecografie nel corso della gravidanza. In particolare, secondo l’OMS, una prima ecografia andrebbe effettuata nel corso del primo trimestre di gestazione, entro la tredicesima settimana e serve a verificare, tra l’altro, l’età del feto mediante la misurazione della circonferenza cranica, la corretta collocazione della placenta, un’eventuale gravidanza gemellare; una seconda ecografia va effettuata tra la diciannovesima e ventunesima settimana di gestazione (ovvero tra il quarto ed il quinto mese), soprattutto per verificare il pieno e corretto accrescimento del feto, ed una terza ed ultima ecografia nel corso del terzo trimestre.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/ecografie-gravidanza$$$Le ecografie in gravidanza
Mi Piace
Tweet