L'alimentazione in gravidanza 

Non devi mangiare per due, piuttosto devi nutrirti... due volte meglio: una dieta variata e bilanciata è fondamentale

Credits: 

Olycom

 

Ricordi il vecchio detto: "in gravidanza si deve mangiare per due"?. Dimenticalo e sostituiscilo con: "si deve mangiare due volte meglio". La dieta in gravidanza infatti deve molto variata e bilanciata e non si dovrebbero introdurre più di 2200-2400 calorie, cioè circa 350-400 in più rispetto a quelle abitualmente consumate se si svolge una vita moderatamente attiva.

Sarà comunque il tuo medico a darti indicazioni più precise su quello che dovrebbe essere un adeguato aumento di peso, in base alla tua costituzione e al tuo stile di vita. In linea di massima l'assunzione calorica giornaliera dovrebbe essere ripartita in questo modo: non oltre il 60 per cento dell'energia dovrebbe provenire dai carboidrati (pane, pasta, riso, patate, biscotti), il 25 dai grassi (olio, burro, ma anche formaggi e carni), il 15 dalle proteine (legumi, carne, latticini, frutta secca).

Per assicurarsi una buona scorta di vitamine e sali minerali, si dovrebbero mangiare sei porzioni al giorno di frutta e verdura. Per quanto riguarda l'apporto proteico, meglio privilegiare il pesce piuttosto che la carne (da mangiare anche 4-5 volte alla settimana), ricco anche di preziosi acidi grassi essenziali che proteggono la salute della mamma e del bambino.

Bevi tutti i giorni una spremuta di agrumi perché la vitamina C che contengono favorisce l'assorbimento del ferro. Ne ostacolano invece l'assimilazione il caffè, il tè e la crusca. Non saltare i pasti, soprattutto quello del mattino per non andare incontro a sensazioni di sfinimento e alla nausea: l'ideale è frazionarli in 5-6 spuntini al giorno. E prima di assumere integratori vitaminici, consulta sempre il tuo medico.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/lalimentazione$$$L'alimentazione in gravidanza
Mi Piace
Tweet