Le analisi delle urine 

Questi controlli periodici tengono sotto controllo l'insorgenza di numerose malattie che possono compromettere la gravidanza

di Laura D'Orsi  - 05 Aprile 2008

È uno degli esami più importanti perché permette di tenere d'occhio l'eventuale presenza di proteine nelle urine, ad esempio l'albumina. In caso positivo, la mamma potrebbe essere affetta da preclampsia rappresenti alcun , una malattia strettamente legata alla gravidanza che determina un innalzamento della pressione arteriosa e gonfiori diffusi. La preclampsia porta anche un'insufficienza renale; i reni cioè non lavorano più bene ed è per questo motivo che si riscontrano tracce di proteine nelle urine, che in condizioni normali non ci sono. Se individuata precocemente, la malattia può essere tenuta sotto controllo in modo che non rappresenti alcun rischio per la mamma e il piccolo in arrivo.

L'esame delle urine serve anche ad individuare eventuali infezioni delle vie urinarie, attraverso la ricerca dei leucociti: in caso positivo, il medico prescriverà un'urinocultura per determinare con precisione qual è il batterio in questione e decidere la cura antibiotica più adatta. Con questo esame, si rivela anche l'eventuale presenza di glucosio, indice di diabete, una patologia che può insorgere durante la gravidanza anche nelle donne che in precedenza non ne avevano mai sofferto.

Per la sua importanza nella prevenzione delle complicanze in gravidanza, l'esame delle urine va effettuato subito, al massimo entro la tredicesima settimana e ripetuto possibilmente con scadenza mensile sino alla fine dei nove mesi. L'ultimo controllo è previsto tra la trentottesima e la quarantesima settimana di gestazione.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Gravidanza/le-analisi-delle-urine$$$Le analisi delle urine
Mi Piace
Tweet