Macchie sul viso, succede in gravidanza 

L'estate si avvicina, e col primo sole può comparire uno dei fastidi classici della gestazione. Se sul tuo viso vedi delle chiazze color caffelatte, non preoccuparti: anche se non dovessero scomparire dopo il parto, ci sono diverse soluzioni per questo problema estetico

di Redazione Mamme
 

Che cos'è

Durante la gravidanza, soprattutto alla fine del primo trimestre, è possibile che compaiano sulla pelle delle macchie color caffelatte, chiamate cloasma, localizzate sul viso, in particolare su fronte, mento, zigomi e sopra il labbro superiore, e a volte anche su decolleté e arti superiori. È anche probabile che si formi una specie di riga scura che congiunge l'ombelico al pube, la cosiddetta linea nigra.

Cause

Si tratta di fenomeni di iperpigmentazione cutanea dovuti al nuovo equilibrio ormonale e che il più delle volte scompaiono pochi mesi dopo il parto. Il sole però tende a renderli più evidenti. Per questo motivo è consigliabile utilizzare soprattutto d'estate una crema ad alta protezione.

Rimedi

Se il problema fosse piuttosto accentuato, si possono utilizzare dei prodotti che inibiscono la sintesi della melanina (ad esempio a base di acido cogico, tioctico, fitico o di arbutina) e ricorrere a un camouflage per correggere l'inestetismo. Dopo il parto, se le macchie non dovessero scomparire, si può ricorrere invece ad un peeling chimico, che va eseguito però esclusivamente dallo specialista e non durante i mesi estivi, escluso quindi il periodo maggio-settembre.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/macchie$$$Macchie sul viso, succede in gravidanza
Mi Piace
Tweet