Mamme a 40 anni 

Mamme a 40 anni: un fenomeno sempre più frequente. Il nostro esperto ci ha spiegato perché. Tu, cosa ne pensi?

di Ignica  - 09 Marzo 2012

Mamme a 40 anni: è sempre più frequente. L’ultima a darne notizia è la splendida Uma Thurman, incinta del terzo figlio, dal fidanzato Arpad Busson. Prima di lei, sono state moltissime le mamme a 40 anni, belle e famose, soprattutto nostrane: da Monica Bellucci ad Antonella Clerici.

Non solo loro però: anche le donne comuni, soprattutto italiane, fanno sempre più spesso figli a 40 anni.

Se, nelle generazioni precedenti, a 40 anni le donne erano già “sistemate” con figli già grandi, casa e lavoro, e se a 40 anni poteva arrivare un figlio, era il frutto di una sorpresa coniugale.

Oggi, essere mamme a 40 anni è una scelta consapevole.

Le ragioni sono le più svariate. Tra le cause principali, però, c’è un cambiamento dei tempi nella vita di una donna. In Italia, le donne finiscono gli studi abbastanza tardi e si dedicano in prima battuta alla ricerca di un posto di lavoro. Quindi si dedicano alla loro vita professionale, a raggiungere un minimo di sicurezza economica e stabilità: soltanto dopo si dedicano alla costruzione di una vita familiare e a mettere al mondo dei figli.

Il professor Roberto Pani, psicoterapeuta e docente di Psicologia Clinica e Psicopatologia ci ha spiegato che la situazione economica nei paesi occidentali è in crisi e il desiderio di autonomia richiesta alla donna e spesso dall’uomo, stesso, implica un ritardo e rimando all’idea del concepimento di un figlio, cioè di arricchire la famiglia, quando non è ancora percepita stabile, sia economicamente che psicologicamente”. Spiega il Professor Pani che nelle ultime generazioni “la cultura sociale scandisce i tempi esistenziali con più difficoltà e più lentamente, nel senso che una cosa deve avvenire una alla volta. La precedenza è data alla stabilità della coppia, alla sua economia alla propria indipendenza e autonomia e in ultimo al concepire figli se questo è possibile e non troppo responsabilizzante, quando le condizioni di stabilità non sono robuste”.

I vantaggi e gli svantaggi di essere mamme a 40 anni ? Sono tanti.

Essere mamme a 40 anni, in genere, significa che una donna ha proprio desiderato questa gravidanza e si sente pronta ad affrontarla: a 40 anni una donna è certamente più consapevole, più stabile e sicura di sé di quanto possa essere a 20 o a 30 anni.

Non sono però pochi i rischi di carattere fisico, legati ad una gravidanza in età più avanzata: per prima cosa, intorno dopo i 32 anni comincia un lento declino della fertilità e le possibilità di restare incinta si riducono drasticamente. Non soltanto: una gravidanza a 40 anni presenta maggiori rischi di aborto, di complicazioni nel corso della gravidanza per la mamma, e di malformazioni fetali. Qualche mamma poi lamenta una forte riduzione dell’energia che appare necessaria per allevare un figlio, e una maggior difficoltà di riprendersi dopo il parto.

Tu, a che età sei diventata mamma? Partecipa al nostro sondaggio

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/mamme-a-40-anni$$$Mamme a 40 anni
Mi Piace
Tweet