Non ho voglia di fare l’amore, perché? 

Fare l’amore, nel corso di una gravidanza senza complicazioni, fa bene. Eppure, spesso, per molte coppie diventa un tabù. Ne abbiamo parlato con il nostro esperto.

di Ignica - 04 Novembre 2011

Fare l’amore con il proprio compagno. Sempre, anche con il pancione. E’ possibile, fa bene?  Da alcuni sondaggi risulta che quasi la metà delle coppie italiane, in questa fase della vita, smette di fare l’amore. Eppure, il sesso è un ingrediente indispensabile per il benessere della coppia anche nella fase della gravidanza.

Su questo tema, abbiamo intervistato per voi il Professor Roberto Pani, Psicologo Clinico, Psicoterapeuta Psicoanalitico a Bologna.

Professore, è noto che molte coppie, nel corso della gravidanza, sospendono o smettono definitivamente di fare l’amore. Succede anche se la gravidanza ha un decorso naturale e il ginecologo non ha prescritto alcuna restrizione. Spesso sono gli uomini a rifiutare le compagne, spesso sono le donne a rifiutare i loro compagni, come mai? Cosa scatta nella testa degli uni e degli altri? Può essere la spia che qualcosa non funziona?

In qualche modo è vero. Bisogna innanzitutto considerare che qualche sospensione dei rapporti sessuali potrebbe in alcuni casi considerarsi normale: nel senso che si tratterebbe di un'astensione  comunque transitoria. Anche l’apparato genitale femminile potrebbe non favorire la sessualità (secchezza, ispessimento del tessuto), l’ ingrossamento del corpo femminile, inadatto per suscitare desiderio provvisoriamente per alcuni uomini, etc…

Se, però, la situazione continua e alcune coppie sentono la gravidanza come uno scopo biologico - e spesso desiderato più dalla donna che dall’uomo - una volta che lo scopo è stato raggiunto si esclude l’idea di avere un rapporto sessuale.

Alcune donne si sono sposate per quasi solo questo motivo, solo con l’idea di “sistemarsi”, la passione verso il marito non è mai stato il loro forte, forse non rendendosene conto all’inizio del rapporto con il futuro marito.

Altri uomini pensavano sin dall’inizio, sempre non consapevolmente, alla loro compagna in termini di immagine, come ad una futura madre, anche per se stessi, oltre che per il loro eventuale bambino/o bambina che sarebbe nato/a.

La donna non attratta dalla passionalità si rifiuta di aver rapporti e si scusa rimandando a dopo il parto, ma anche allora il rapporto sessuale non riprende.

L’uomo vede nella donna solo un atteggiamento fortemente materno e questo non si abbina alla sessualità, anche perché il corpo femminile può modificarsi nelle eccessivamente forme. Ciò detto, tuttavia, la donna incinta può non piacere all’uomo. Al contrario, per alcuni uomini, la donna con la pancia può essere fonte di attrazione: è come se da un lato questi compagni dovessero trasgredire a una regola sacrale della maternità e sembra a loro assai più eccitante nel senso che colgono una maggiore femminilità che si manifesta, proprio quella che si evidenzia con la gravidanza, con la pancia che esprime sensualità. In effetti, la donna incinta spesso è vissuta più bella del solito …

E’ ben noto che fare l’amore è una delle componenti che nutrono il benessere della coppia. Smettere di farlo in gravidanza – in assenza di una specifica prescrizione medica per ragioni legate alla gravidanza stessa - può essere dannoso per la vita della coppia?

Se la gravidanza non è a rischio, i rapporti sessuali possono avvenire senza particolari precauzioni. Certamente la rinuncia o astinenza o scarsa sessualità eventualmente, e quando avviene forzatamente, alimenta il ritorno all’epoca infantile, quando la mamma appare al bambino, solo eventualmente protettiva e devota. L’eccitazione della donna, quindi viene meno e lei si trasforma interamente in mamma. L’uomo diventa solo un babbo o un bambino che vede la compagna solo come mamma di entrambi, il bambino e se stesso.

Tutto ciò potrebbe rovinare il rapporto specialmente per il futuro quando il bambino diventa grande e il rapporto di coppia non ritrova la sua dimensione di coppia.

È questo il periodo delle amanti …

Cosa consiglia ad una coppia in difficoltà: un marito che si sente rifiutato dalla moglie incinta e ad una moglie che si sente rifiutata dal marito, che forse la vede ormai, solo, come madre e non più come donna?

Di parlarne, di comprenderla nel suo bisogno materno, ma di essere tanto dolce quanto di proporre dei comportamenti più seduttivi per farle sentire la femminilità di donna adulta, di sedurla, ricominciando dall’inizio, di non dare per scontato nulla e di aver iniziative romantiche che sono andate perdute: in altre parole di riconquistarla da uomo che escogita soluzioni allettanti.

Che benefici ha - in una gravidanza con un decorso fisiologico - fare l’amore con il proprio compagno?

Fa sentire la donna più amata, più desiderata, più eccitata e le endorfine liberate (neurotrasmettitori ormonici) aumentano e circolano di più, incrementando il benessere fisico e psichico. Ciò giova anche al feto che non è così neutro di fronte al benessere fisico e psichico della madre. Inoltre unisce la coppia maggiormente e ciò beneficia i genitori nel futuro che non saranno solo genitori, ma anche complici nella vita adulta.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
mamme/Gravidanza/sesso-in-gravidanza$$$Non ho voglia di fare l’amore, perché?
Mi Piace
Tweet