Incontinenza urinaria 

È normale avere qualche piccola perdita nei mesi che seguono il parto: la vescica è stata messa a dura prova e occorre qualche tempo per disinfiammarla

di Laura D'Orsi  - 07 Maggio 2008

Che cos'è

Subito dopo il parto fare pipì può essere difficoltoso oppure, al contrario, lo stimolo può essere molto forte, e può bastare un colpo di tosse per causare piccole perdite involontarie.

Cause

I disturbi legati alla vescica dipendono dal trauma che si verifica con il passaggio della testa del bambino e una volta disinfiammata la parte, la situazione tende a normalizzarsi.

Rimedi

Se si vuole tonificare lo sfintere vescicale si può fare, ma solo dopo quindici giorni dal parto, un po' di "ginnastica": si tratta di trattenere per qualche secondo il flusso di urina,  rilasciarlo e ripetere più volte. Inoltre puoi eseguire degli esercizi di rafforzamento della zona, che potrà consigliarti il ginecologo.

Uno, ad esempio, è il seguente: distesa a terra, supina e con le gambe flesse e unite, contrai e rilascia i muscoli del perineo ogni cinque secondi. Esegui l'esercizio dieci volte alla mattina e dieci alla sera.

Se il disturbo persiste anche dopo il terzo mese dal parto, è opportuno chiedere  consiglio al proprio ginecologo o alla propria ostetrica.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Torna-in-forma/incontinenza-urinaria$$$Incontinenza urinaria
Mi Piace
Tweet