L’attività fisica e una buona alimentazione per la salute dei tuoi bambini 

L’obesità e la sedentarietà sono due importanti fattori di rischio per la comparsa di molte patologie del nostro tempo: diabete, osteoporosi, disturbi circolatori, ed occorre fare prevenzione fin dall’età più tenera.

di Dott.ssa Serafina Petrocca  - 05 Aprile 2011
 

Una regolare attività fisica è utile per mantenere il giusto peso, migliorare le funzioni digestive ed intestinali, modulare i valori della glicemia, (essenziale per la prevenzione al diabete, purtroppo sempre più diffuso nella popolazione italiana) ed aumentare il benessere fisico e mentale.

Non occorre diventare un atleta olimpionico per beneficiare degli effetti positivi dello sport, ma basta esercitare regolarmente un’attività motoria di 40 minuti 2/3 volte la settimana.

Per rendere al meglio le proprie prestazioni sportive è bene aiutare il bambino ad alimentarsi in modo corretto. Innanzitutto non deve mai mancare la prima colazione, latte o yogurt, caffé d’orzo e pane con marmellata sono importante per avere il giusto sprint ed iniziare bene la giornata.

Nelle giornate in cui è prevista l’attività sportiva non è da trascurare neanche lo spuntino di metà mattina. A pranzo poi devono essere sempre presenti zuccheri a lento assorbimento (contenuti in pasta, riso, pane…) che saranno il vero è proprio carburante durante tutta l’intera attività sportiva. Un altro aspetto a cui porre attenzione e l’ora del pranzo: sedersi a tavola almeno tre ore prima dell’attività motoria, fornisce il tempo necessario per dare modo alla digestione di liberare gli zuccheri contenuti nella pasta o nel riso. A tal proposito occorre precisare che tanto più saranno leggeri i condimenti, tanto più sarà facilitata la digestione: sugo di pomodoro o di verdure come zucca, carciofi e zucchine sono l’ideale per preparare piatti sufficientemente leggeri e saporiti. Mentre una piccola parte proteica potrà completare poi il pasto serale per reintegrare le proteine perse durante l’attività sportiva. Proteine che non devono solo derivare dalla carne rossa, ma  ne sono altrettanto buone fonti i legumi, il pesce e le uova.

Oltre i sopracitati benefici dello sport, la costante e regolare attività fisica è indispensabile anche per la costruzione dello scheletro; infatti due sono gli aspetti da considerare quando si parla di crescita ossea. Il primo riguarda una adeguata quantità di calcio nell’alimentazione del bambino, elemento fondamentale per la costruzione del tessuto osseo: cibi come i latticini, quelli poveri di grassi, frutta e semi secchi ( mandorle, albicocche disidratate non zuccherate, semi di sesamo...), verdure, legumi e pesce ne sono ricchi. Ma tutto questo non basta, occorre anche il movimento: attraverso l’attività fisica si costruisce” l’impalcatura” dello scheletro dove poi verrà posto il calcio.

Dott.ssa Serafina Petrocca

Nutrizionista a Torino,  specializzata presso la facoltà di medicina e Chirurgia dell’Università di Pavia in Scienza dell’Alimentazione. Pubblicista, collabora con la rivista del gruppo Mondadori “Starbene”, con associazioni nazionali e comuni . Ha realizzato diverse pubblicazioni di educazione alimentare di carattere divulgativo per associazioni e comuni. Autrice di numerosi libri di alimentazione e benessere.
Per altre informazioni: www.serafinapetrocca.it

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/alimentazione-bambini/l-attivita-fisica-e-una-buona-alimentazione-per-la-salute-dei-tuoi-bambini$$$L’attività fisica e una buona alimentazione per la salute dei tuoi bambini
Mi Piace
Tweet