Tutti sereni, al nido o con la tata 

Le vacanze sono ormai finite e il faticoso ritmo di molte mamme moderne, divise tra lavoro e figli, ricomincia. Un piccolo vademecum dedicato alle mamme dei più piccini, per lasciare i bimbi al nido...senza perdere il sorriso!

 - 28 Agosto 2011

La settimana scorsa abbiamo parlato, con la Dottoressa Gavirati, dell’ansia e della paura dell’abbandono che colpisce noi e i nostri piccoli quando ci separiamo, per qualche giorno o solo qualche ora. Pensiamo – ora che le vacanze sono finite - alla necessità per molte mamme di lasciare i figli più piccini, al nido o alla tata. La  Dottoressa Gavirati ci suggerisce un piccolo vademecum, per rendere il distacco più sereno per tutti. Si tratta di alcune regole semplici ma molto importanti, da rispettare - senza “se” e senza “ma” - perché i bambini - sin da piccolissimi - non vanno mai ingannati:

  1. Lasciate sempre i vostri bimbi con gradualità ed abituateli nel tempo ad una figura diversa di riferimento, che vi sostituisce quando vi allontanate. Se, ad esempio, avete previsto una nuova baby-sitter, lasciate il bambino con gradualità, non all’improvviso. Lo stesso vale per il nido: prevedete per il primo mese – e secondo le indicazioni delle operatrici – un tempo via, via crescente in cui lascerete vostro figlio al nido. Cominciando da mezz’ora al giorno, per  arrivare all’intera mattinata o all’intera giornata.
  2. Salutate sempre il vostro bambino quando andate via, evitate di scomparire senza salutarlo!
  3. Non indugiate. Una volta salutato il bambino, andate via come gli avete detto. Spesso infatti, i bambini, quando il genitore si allontana, piangono e apparentemente si disperano. Se, però, il genitore  ho scelto una figura di riferimento seria, baby-sitter o personale qualificato del nido e della quale sente di fidarsi, non vi è ragione per  preoccuparsi e può lasciare con dolcezza e fermezza il bambino trasmettendogli il messaggio che tornerà.
  4. Non bisogna nemmeno esagerare con le rassicurazioni, il dispiacere del bambino di separarsi dalla mamma va contenuto con fermezza.  
  5. Non dite cose che non sono reali, come “tra cinque minuti torno” se invece tornerete il giorno dopo. I bambini piccolissimi non sanno cosa vuole dire esattamente cinque minuti, ma dal vostro tono capiscono quasi tutto.
  6. Non usate mai la minaccia verbale, ad esempio: se non ti comporti bene me ne vado. Questo li renderebbe molto insicuri in ogni circostanza.
  7. Ricordate che a volte, i genitori che non hanno elaborato loro stessi la paura dell’abbandono, non sanno separarsi loro per primi o comunque hanno molta difficoltà a farlo. Alcuni, eccedono all’opposto e vanno via senza cautele, facendo finta che il problema non si ponga.
  8. Al momento del rientro, dedicate al vostro piccolo uno spazio solo vostro! Lo spazio può essere dedicato alle coccole, ad una lettura insieme ed anche, perché no, a qualche lavoretto in casa da “condividere”...
© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/back-to-school/tata-nido-mamme-bambini$$$Tutti sereni, al nido o con la tata
Mi Piace
Tweet